Header Top
Logo
Lunedì 25 Marzo 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Annunciati i vincitori del concorso Stenin, c’è anche italiano Alai

colonna Sinistra
Lunedì 6 agosto 2018 - 13:05

Annunciati i vincitori del concorso Stenin, c’è anche italiano Alai

Il nostro connazionale premiato nella categoria Sport
Annunciati i vincitori del concorso Stenin, c’è anche italiano Alai

Mosca, 6 ago. (askanews) – Annunciati i vincitori del Concorso internazionale di giornalismo fotografico Andrei Stenin, per un podio internazionale su cui spicca anche l’italiano italiano Andrea Alai, scelto nella sezione Sport per la serie fotografica “Ultras”.

I nomi dei vincitori sono stati comunicati dal gruppo “Rossiya Segodnya”. Nella categoria Notizie principali si aggiudicano il primo posto Justin Sullivan (Sudafrica) con la fotografia “Stand Off”, nella quale un poliziotto tiene sotto tiro tre bracconieri che si sono nascosti sotto un tavolo, e Luis Tato (Spagna) con la fotografia “Disordini in Kenya dopo le elezioni”.

Nella categoria Il mio pianeta ai primi posti lo scatto “Cuor di mirtillo” effettuato con un drone sulla raccolta delle bacche di palude dal bielorusso Sergej Gapon e la serie fotografica “Come ero malata” della russa Alina Kocetkova, un resoconto documentaristico sulla sua drammatica lotta contro il cancro.

Nella categoria Sport hanno vinto Mahdi Taisir dall’Iraq per la foto “Voglia di vivere”, nella quale è immortalato nel momento dell’attacco un giovane calciatore con la gamba amputata, e l’italiano Andrea Alai per la serie fotografica “Ultras” sui tifosi della squadra “Albenga Calcio” di un piccola cittadina della Liguria.

Nella categoria Ritratto. Un eroe del nostro tempo la vittoria è andata allo scatto singolo fatto sullo Jamal da Oded Wagenstein (Israele) al piccolo nomade nenets “Bocciolo di rosa” e alla serie fotografica di Shiva Khademi (Iran) “Gemelli”.

Ogni anno si allarga lo spettro geografico e il numero dei partecipanti al concorso. Quest’anno sono arrivate quasi seimila fotografie da 77 Paesi del mondo, è un record. I giovani fotoreporter reagiscono in modo molto preciso a ciò che di più importante e rilevante avviene nella vita delle persone, dei Paesi e del mondo nel suo insieme: stavolta moltissime fotografie, più di ogni volta precedente, sono state dedicate a tematiche sociali, ed è gratificante vedere come la qualità dei lavori ricevuti dimostri una tendenza positiva e che il concorso abbia una risonanza potente nella comunità di questo settore, ha detto il direttore del servizio di informazione fotografica di MIA “Rossiya Segodnya” Aleksandr Štol’.

In qualità di partner del concorso vi sono una delle principali organizzazioni umanitarie del mondo, il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), lo Shanghai United Media Group (SUMG) e la holding mediatica araba Al Mayadeen TV.

Quest’anno i premi speciali “Per una fotografia umanitaria” del Comitato Internazionale della Croce Rossa sono stati assegnati a due artisti iracheni. Nella categoria “foto singola”, il premio del CICR è andato a Omid Vahabzadeh per lo scatto “Attentato a Teheran”, in cui un bambino di due anni viene sollevato verso una finestra del palazzo del Parlamento dopo l’attacco terroristico del giugno 2017 a Teheran. Nella categoria “serie fotografica” ha vinto Younes Khani Someeh Soflaei per il reportage “…e ritorna la vita” sulla quotidianità delle vittime del terremoto dello scorso anno nella provincia di Kermanshah, nel quale morirono quasi 600 persone e vennero distrutte più di 30mila abitazioni.

La fotografia ci permette di vedere e di percepire la varietà delle cose del mondo in tutta la sua bellezza, complessità e tragicità. Nelle opere che ci vengono inviate vediamo quelle difficoltà con cui si scontra il mondo moderno, e contestualmente ad esse vediamo la sua bellezza. Ma ciò che è incredibilmente importante è che al centro di quasi tutte le fotografie si trova l’uomo: il suo destino, il superamento dei suoi ostacoli, i suoi sforzi per cambiare la vita in meglio. In questa edizione conferiremo un premio speciale da parte del CICR alle opere che, a nostro avviso, hanno dato ai loro protagonisti la possibilità di urlare e persino di piangere le loro storie personali di coraggio, di pazienza e di sacrificio – ha sottolineato Magne Barth, capo della Delegazione regionale del Comitato Internazionale della Croce Rossa nella Federazione Russa, Bielorussia e Moldavia.

Il premio speciale dello Shanghai United Media Group (SUMG) e di Al Mayadeen TV è andato alla fotografia che ha trionfato nella categoria “Sport”: “Voglia di vivere” dell’iracheno Mahdi Taisir.

La lista completa dei vincitori e dei premiati è pubblicata sul sito stenincontest.ru. La consegna dei premi e l’apertura della mostra con i lavori dei vincitori avverrano l’8 novembre co nuna cerimonia ufficiale a Mosca, nella quale sarà annunciato anche il vincitore del premio principale della mostra, il grand prix.

Il concorso internazionale di fotogiornalismo intitolato ad Andrei Stenin, organizzato dal gruppo mediatico “Rossiya Segodnya” sotto l’egida della Commissione della Federazione Russa per l’UNESCO, si pone l’obiettivo di sostenere i giovani fotografi e di attirare l’interesse del pubblico sui compiti del moderno giornalismo fotografico. È una piattaforma per i giovani fotografi di talento, sensibili e aperti a tutto ciò che è nuovo, dalla quale dirigono la nostra attenzione sulle persone e sugli eventi vicini a noi.

Nell’edizione 2018 sono entrati a far parte della giuria i rappresentanti delle maggiori agenzie internazionali di informazione, come AFP (Francia), Anadolu Ajansi (Turchia), Notimex (Messico), e anche fotografi veterani e fotoredattori di livello mondiale. Ha presieduto la giuria Ahmet Sel, capo dei servizi fotografici dell’agenzia Anadolu Ajansi (Turchia).

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su