Header Top
Logo
Lunedì 18 Giugno 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Romania, mancanza manodopera focus Forum Economico BOTH WORLDS 2018

colonna Sinistra
Giovedì 31 maggio 2018 - 10:43

Romania, mancanza manodopera focus Forum Economico BOTH WORLDS 2018

Confindustria Romania e UGIR vogliono dialogo con governo Romania
Romania, mancanza manodopera focus Forum Economico BOTH WORLDS 2018

Roma, 31 mag. (askanews) – La mancanza di manodopera in Romania sta diventando un problema cronico che rischia di allontanare l’imprenditoria straniera dal Paese. La fuga di lavoratori è un fenomeno decennale, ma si sta trasformando in vera crisi. Una crisi a cui Confindustria Romania e UGIR (Unione Generale delle Industrie della Romania) intendono dare una risposta concreta, con proposte dirette al governo romeno che verranno presentate in occasione del Forum Economico BOTH WORLDS 2018 di Confindustria Romania.

Negli ultimi 8 mesi, il Patronat Confindustria Romania, attraverso una complessa ed articolata azione di presenza su tutto il territorio romeno, caratterizzata anche dalle recenti Missioni del Sistema Paese organizzate dall’Ambasciata d’Italia a Bucarest, ha potuto raccogliere le innumerevoli preoccupazioni e i problemi derivanti dalla mancanza di manodopera per le imprese che operano in Romania.

L’occasione pubblica per dare avvio a questo importante e strategico confronto con il Governo romeno, è il Forum Economico BOTH WORLDS 2018 di Confindustria Romania il cui motto è: “Uomini&Lavoro. Come mantenere e attrarre manodopera tramite misure straordinarie”, previsto per il 6 giugno a Bucarest.

All’evento hanno confermato la presenza importanti rappresentanti delle autorità romene, rappresentanti della comunità imprenditoriale italiana e romena, rappresentanti del mondo patronale romeno, per discutere sul tema cruciale dell’acuta mancanza di manodopera in molti settori dell’economia romena.

“Abbiamo ritenuto importante dare la priorità massima al contatto diretto e non trattare a distanza questa problematica, vitale per le nostre imprese. In momenti cosi difficili è stato doveroso testimoniare personalmente la nostra solidarietà e soprattutto l’intenzione di trovare soluzioni concrete per la mancanza di manodopera. Abbiamo scelto di percorrere chilometri e chilometri di strada, di scendere e salire di aereo in aereo, piuttosto che limitarci a semplici comunicazioni via e-mail, sicuramente piu economiche e meno impegnative ma che ci avrebbero privato di quelle accoglienze calorose da parte dei nostri imprenditori, che hanno apprezzato questo gesto e ci hanno permesso di prendere atto, nei minimi particolari, delle realtà aziendali e delle produzioni interessate da questo problema. Da questo sforzo sono nate le nostre proposte che potrebbero essere anche in parte risolutive al problema della mancanza di manodopera”, dichiara il Direttore Generale di Confidustria Romania, Rocco Ferri.

Grazie a questa complessa attività di sondaggio e raccolta, già oggi, il Patronat Confindustria Romania, ha potuto elaborare soluzioni che potrebbero aiutare e contribuire a limitare il problema occupazionale in Romania. Innovazione, best practices italiane, strumenti di welfare, fiscalità agevolata saranno gli argomenti del prossimo Forum Economico Both Worlds 2018 e della proposta di Confindustria Romania al Governo Romeno.

Un’azione patronale, da sindacato d’impresa, decisa e autorevole in quando diretti ambasciatori della “voce” congiunta proveniente dalle linee di assemblaggio, dall’industria, dal comparto agricolo e dall’intero mondo imprenditoriale, quello dei grandi investimenti italiani in Romania ma anche delle piccole e medie imprese.

“Siamo orgogliosi di aver avuto la sensibilità di concentrarci su una nostra maggiore presenza territoriale per raccogliere direttamente le istanze delle imprese fortemente provate da questo problema della mancanza di manodopera. Spinti dal senso di responsabilità abbiamo attivato, già da parecchi mesi, quel sano, indipensabile e doveroso processo di sostegno alle nostre imprese in difficoltà – ha spiegato il presidente di Confindustria Romania Giovanni Villabruna – Questa nostra azione non è passata inosservata e quindi siamo felici di essere stati anche ispiratori di altre lodevoli iniziative su questo argomento, come il sondaggio/questionario, inviato recentemente dalla Camera di Commercio Italiana per la Romania (CCIpR) alle loro aziende associate. Questo maggiore richiamo alla sensibilizzazione sul tema lavoro ha generato quindi ulteriori azioni concrete anche da parte di altre associazioni ed enti, azioni sicuramente per noi molto importanti per rendere ancora più forte la nostra funzione patronale”.

“Inoltre, in coordinamento con UGIR (Unione Generale delle Industrie della Romania), abbiamo stabilito l’obiettivo di attivare concretamente un tavolo di lavoro permamente con il Governo romeno, con l’indispensabile partecipazione e contributo del mondo sindacale romeno. La nostra vision propositiva e l’innovazione che caratterizzano tutte le soluzioni che proporremo saranno una base determinante per dimensionare questo fenomeno che non è solo preoccupante per le aziende ma è vitale per tutto lo sviluppo del Paese”, conclude Villabruna.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su