Header Top
Logo
Lunedì 23 Aprile 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Siria, Mosca a Macron: “smetta manipolare l’opinione pubblica”

colonna Sinistra
Martedì 17 aprile 2018 - 17:56

Siria, Mosca a Macron: “smetta manipolare l’opinione pubblica”

"Se gli ispettori hanno avuto problemi, lo dicano"

Mosca, 17 apr. (askanews) – La Russia risponde all’Eliseo e alle accuse francesi che puntavano il dito contro Mosca, rea, a loro dire, di bloccare l’accesso al sito del presunto attacco chimico in Siria. Nel frattempo, proprio dopo che l’accesso a Douma, nella periferia di Damasco, si è dischiuso, prima del previsto, secondo i media siriani, la portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova ha invitato i Paesi occidentali a “smettere di manipolare l’opinione pubblica” sulla questione, sottolineando che “non è chiaro il motivo per cui il ministero degli esteri francese stia parlando in nome dell’Opac (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche). Se gli ispettori hanno avuto problemi, facciano una dichiarazione su questo problema”, ha detto.

Il governo francese ha detto che “molto probabilmente” le prove sarebbero “scomparse” dal sito di un presunto attacco chimico su Douma, prima che arrivassero gli esperti. Zakharova ha definito l’accusa “molto sorprendente”, affermando che la Russia ha sostenuto l’ispezione.

Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna hanno anche espresso preoccupazione che Mosca potesse manomettere le prove sul sito. “Chiediamo ai paesi occidentali che hanno preso parte all’illegittimo bombardamento della Siria di smettere di manipolare l’opinione pubblica e interferire nel lavoro delle organizzazioni internazionali”, ha detto Zakharova. Il Cremlino ha smentito che la Russia e la Siria stessero bloccando l’accesso: “accuse infondate”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su