Header Top
Logo
Giovedì 19 Luglio 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Tunisia,esercito in piazza, si preannuncia fine settimana rovente

colonna Sinistra
Giovedì 11 gennaio 2018 - 16:38

Tunisia,esercito in piazza, si preannuncia fine settimana rovente

Weekend si preannuncia caldo con 2 imponenti manifestazioni
20180111_163809_3DD9B1FF

Roma, 11 gen. (askanews) – In Tunisia, teatro in questi giorni di una estesa protesta contro il carovita, il ministero della Difesa ha annunciato di aver schierato più di 2.100 soldati in varie zone del Paese per difendere le sedi istituzionali del Paese. E questo mentre si preannuncia un fine di settimana ad altissima tensione con i dimostranti che si sono dati appuntamento per manifestazioni di protesta in tutto il Paese: le prime venerdì che è il giorno di festa musulmano e le seconde, intitolate “Riprendiamoci la rivoluzione”, domenica in coincidenza con il settimo anniversario della caduta del regime dell’ex presidente Zine El-Abidine Ben Ali.

“In coordinamento con le autorità provinciali civili sono stati schierati più di 2.100 soldati per difendere le sedi istituzionali e le strutture sensibili e vitali”, ha detto all’agenzia turca Anadolu, un portavoce del ministero della Difesa Belhassen el Waslati.

“Nella prima fase scattata martedì scorso, sono stati dislocati 2.000 soldati in 123 punti in varie zone del Paese, e la sera di mercoledì i soldati sono stati aumentati a oltre 2.100 unità”.

Il portavoce ha quindi spiegato che i militari “escono in pattuglie congiunte con unità della sicurezza ma anche separatamente”.

Da lunedì quando è scattata la protesta con manifestazionin e scontri, le autorità hanno dichiarano che il numero in totale degli arresti è di 500 persone. Mercoledì sono state tratte in arresto 328 persone per furto, saccheggio, incendio doloso e blocco di strade. Altre 237 persone erano state arrestate il giorno prima. Gli attivisti della campagna contro le misure di austerità del governo hanno preannunciato imponenti manifestazioni sia il venerdì che domenica.

“Tunisia si riprende la sua Rivoluzione”, con questo titolo che evoca la rivolta del 2011 che ha portata alla caduta del regime di ben Ali, numerosi partiti, gruppi e associazioni guidati dal partito d’opposizione “Fronte Popolare” hanno convocato manifestazioni di protesta in tutto il Paese per la giornata di domenica che coincide con il settimo anniverasario della fuga di Ben Ali dal Paese.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su