Header Top
Logo
Giovedì 25 Aprile 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Se il bavarese Manfred Weber evoca una “soluzione finale” per i migranti

colonna Sinistra
Sabato 6 gennaio 2018 - 13:41

Se il bavarese Manfred Weber evoca una “soluzione finale” per i migranti

Sdegno per le sue parole simili alla formula nazista
20180106_134100_C413820E

Berlino, 6 gen. (askanews) – E’ polemica in Germania per le parole usate da Manfred Weber sulla questione dei migranti, evocando espresssioni di stampo nazista: l’eurodeputato del partito conservatore bavarese Csu, presidente del Partito Popolare Europeo ha dichiarato che bisogna ” trovare una soluzione definitiva alla questione migratoria” ed è stato immediatamente accusato nel suo Paese di utilizzare un vocabolario che ricorda quello dei nazisti.

Il riferimento è alla “soluzione finale” (“Endlösung”), termine utilizzato da regime di Adolf Hitler per indicare il piano di sterminio di milioni di ebrei durante la Seconda guerra mondiale. Weber non ha utilizzato l’espressione “Endlösung”, ma ha parlato di “Finale Losung”, avvicinandosi molto al termine che evoca i tempi del nazismo. L’eurodeputato ha subito dichiarato di non avere avuto alcuna cattiva intenzione usando queste parole. Sarebbe “un’assoluta assurdità” attribuirmi l’intenzione di un paragone, anche velato, con lo sterminio nazista, ha scritto su Twitter.

Weber ha pronunciato le parole che hanno scatenato la bufera per tentar di difendere la partecipazione del premier ungherese Vikotr Orban a una riunione dei vertici dell’Unione cristiano-democratica (Csu) tenuta giovedì e venerdì in Baviera. “Dobbiamo risolvere la questione migratoria e se vogliamo risolverla, Orban, gli Stati del gruppo di Visegrad sono partner cruciali”, ha detto. La Csu sul problema dei migranti ha una linea molto più dura della sorella maggiore Cdu, il partito conservatore di Angela Merkel.

Orm/Int2

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su