Header Top
Logo
Mercoledì 20 Settembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • ##Bruxelles avverte Varsavia: legge sui giudici viola diritto -2

colonna Sinistra
Martedì 12 settembre 2017 - 18:27

##Bruxelles avverte Varsavia: legge sui giudici viola diritto -2

Ultimo avviso prima di deferimento in Corte europea di Giustizia

Bruxelles, 12 set. (askanews) – Secondo la Commissione, “le nuove norme permettono al ministro della Giustizia d’influire sull’operato dei singoli giudici, data soprattutto la vaghezza dei criteri che regolano il prolungamento del loro mandato e la mancanza di un termine per la decisione al riguardo: risulta così compromesso il principio dell’inamovibilità del giudice”. Inoltre, “il potere discrezionale di destituire e nominare i presidenti dei tribunali consente inoltre al ministro della Giustizia d’influire sui giudici quando si pronunciano in merito all’applicazione del diritto dell’Unione”.

Quanto alla diversa età pensionabile per donne e uomini, per l’Esecutivo comunitario “introduce una discriminazione di genere in violazione dell’articolo 157 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea e della direttiva 2006/54 sulla parità di trattamento fra uomini e donne in materia di occupazione e impiego”.

La decisione di oggi viene dopo che la Polonia aveva prontamente risposto alla “lettera di messa in mora”, di Bruxelles, che aveva avviato la procedura d’infrazione il 26 luglio scorso. Dopo un’analisi approfondita, l’Esecutivo comunitario ha giudicato che la replica di Varsavia non aveva risposto adeguatamente alle sue preoccupazioni sulla nuova legge, e ha dunque confermato tutti i suoi rilievi. Le autorità polacche hanno ora un mese di tempo per adottare le misure necessarie a conformarsi al parere motivato. In caso contrario, la Commissione può decidere di deferire il caso alla Corte europea di Giustizia.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su