Header Top
Logo
Mercoledì 17 Ottobre 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • La scrittrice Asli Erdogan bloccata in Turchia senza passaporto

colonna Sinistra
Venerdì 1 settembre 2017 - 07:30

La scrittrice Asli Erdogan bloccata in Turchia senza passaporto

Dovrebbe ritirare premio a Osnabruck il 22 settembre
20170901_073028_99398631

Istanbul, 1 set. (askanews) – Dovrebbe ritirare il premio per la pace Erich Maria Remarque a Osnabruck in Germania, il prossimo 22 settembre, ma le autorità di Ankara si rifiutano di restituirle il passaporto. La celebre scrittrice turca Asli Erdogan, le cui opere sono tradotte in 17 lingue , definisce la situazione in cui si trova come una “tortura psicologica molto pesante”.

L’anno scorso Erdogan è rimasta in prigione per oltre 4 mesi, accusata di presunti legami con il Pkk, per l’attività editoriale presso il quotidiano filo-curdo Ozgur Gundem. Dopo la scarcerazione, lo scorso giugno un tribunale di Istanbul ha revocato il divieto di espatrio ma la scrittrice non è ancora riuscita a riavere il passaporto.

Una misura, quella della revoca del passaporto, che a un anno dal tentato golpe dell’estate scorsa ha colpito e continua a colpire numerosi intellettuali in Turchia.

Erdogan non ha potuto partecipare ad almeno una trentina di festival letterari, rinunciando a ritirare di persona altri 5 premi internazionali prestigiosi assegnatele negli ultimi mesi.

La scrittrice ha annunciato in anteprima al quotidiano turco Evrensel di essere anche stata insignita anche della Legion d’Onore, massima onorificenza francese.

“Mi hanno invitato tre settimane fa al consolato per annunciarmelo”, ha affermato la scrittrice che avrebbe anche chiesto che le venisse fatto un invito uficiale dal parlamento francese. Il legale della scrittrice ha invece comunicato che un tribunale valuterà la richiesta di restituzione del passaporto il prossimo 30 ottobre.

Fzl/Int9

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su