Header Top
Logo
Sabato 19 Agosto 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Libia, media russi: forze speciali Usa con Sarraj contro Isis

colonna Sinistra
Venerdì 11 agosto 2017 - 17:08

Libia, media russi: forze speciali Usa con Sarraj contro Isis

Africom al quotidiano Izvestia: continuiamo a inviare piccole unità
20170811_170804_53672A75

Roma, 11 ago. (askanews) – Piccoli gruppi di forze speciali Usa e di Paesi alleati sono state inviate in Libia a sostegno delle forze governative locali nella lotta ai jihadisti dello Stato islamico (Isis). Lo scrive il quotidiano russo Izvestia, informata da fonti sia dalle forze armate che dal Congresso americano.

Africom, il commando dell’esercito Usa per l’Africa, ha confermato che i militari americani si trovano sul territorio della Libia per aiutare nella lotta contro i jihadisti dell’Isis. “Un piccolo numero di unità speciali è stato inviato e poi fatto rientrare dalla Libia per uno scambio di informazioni con le forze locali e continuano a farlo, alla luce del rafforzamento della nostra lotta contro l’Isis e altre organizzazioni terroristiche – cita un commento di Africom ottenuto da Izvestia – assieme a partner di altri Stati noi garantiamo supporto alle forze libiche che fanno capo al governo di Unità nazionale”.

Una fonte sentita dalla testata russa ha specificato poi che gli altri Paesi che aiutano le forze locali sono Gran Bretagna, Italia e Francia, che a loro volta hanno inviato “alcune decine di unità speciali”.

Lo scorso maggio, il comandante Africom, il generale Thomas D. Waldhauser, si era recato a Tripoli per incontrare il premier del governo di unità nazionale, Fayez al-Sarraj. Nella nota diffusa dopo l’incontro, Africom aveva fatto sapere di “continuare a collaborare con i funzionari della sicurezza del governo di unità”, ma anche a “sostenere operazioni partner, tra cui la Missione europea per l’assistenza ai confini e l’Operazione Sophia, per l’addestramento della Guardia costiera”. Africom ha sostenuto anche l’offensiva a Sirte contro l’Isis nel 2016.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
VIDEO PIÙ POPOLARI
    Torna su