Header Top
Logo
Mercoledì 15 Agosto 2018

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Hong Kong, drappo nero su monumento emblema del passaggio a Cina

colonna Sinistra
Lunedì 26 giugno 2017 - 08:31

Hong Kong, drappo nero su monumento emblema del passaggio a Cina

La protesta dei manifestanti filodemocratici
20170626_083122_3610A7F2

Hong Kong, 26 giu. (askanews) – Un gruppo di manifestanti filodemocratici di Hong Kong ha coperto con un drappo nero un monumento che simboleggia la restituzione dell’ex colonia britannica alla Cina, pochi giorni prima dell’arrivo del presidente cinese Xi Jinping a Hong Kong per il ventesimo anniversario del passaggio di consegne.

Joshua Wong, leader del movimento nato nel 2014 per la democrazia, e una dozzina di altri attivisti hanno avvolto con una stoffa nera la statua dorata di un fiore, eretta nel distretto di Wanchai, nel centro di Hong Kong. La scultura di questo fiore divenuto emblema di Hong Kong è stato offerta dalla Cina nel 1997 e si trova vicino al centro congressi in cui si svolse la cerimonia di riconsegna. Xi sarà presente alle celebrazioni del ventesimo anniversario nel corso di una visita di tre giorni che inizierà giovedì.

La polizia è intervenuta immediatamente per rimuovere il drappo nero, mentre i manifestanti scandivano slogan come “autodeterminazione democratica per il futuro di Hong Kong”, “un paese, due sistemi, è una menzogna da 20 anni!”, in riferimento al principio concordato da Pechino e Londra che garantisce in teoria fino a 2047 a Hong Kong alcune libertà sconosciute nel resto della Cina.

Secondo alcuni, Pechino sta già rafforzando la sua presa sul piccolo territorio, in particolare nel campo dell’istruzione, dei media e della libertà di espressione. I gruppi di manifestanti vicini a Joshua Wong si battono per le riforme democratiche che erano state promesse nell’accordo, comprese le modalità di nomina del capo dell’esecutivo locale. Il partito Demosisto di Wong ha accusato Pechino di non aver mantenuto le promesse dell’accordo, “privando gli abitanti di Hong Kong dei loro diritti civili e politici, di libere elezioni e della democrazia.”

Per la visita di Xi, la sua prima a Hong Kong come presidente cinese, sono previste imponenti misure di sicurezza. La visita culminerà sabato con l’investitura del nuovo capo dell’esecutivo locale, Carrie Lam.

(fonte afp)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su