Header Top
Logo
Martedì 28 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Commissione Ue: “discussione seria” con Ungheria su migranti

colonna Sinistra
Mercoledì 8 marzo 2017 - 14:45

Commissione Ue: “discussione seria” con Ungheria su migranti

Avramopoulos a Budapest entro due settimane
20170308_144458_F78258B8

Bruxelles, 8 mar. (askanews) – Il commissario europeo incaricato delle migrazioni Dimitris Avramopoulos sarà presto in Ungheria per una “discussione seria” con le autorità, che hanno ripristinato la detenzione sistematica dei migranti che chiedono asilo nel Paese. La commissione nel corso della riunione settimanale ha esaminato “la situazione giuridica relativa all’Ungheria”, che nel 2013 aveva abolito questa misura contestata, ha detto una portavoce dell’esecutivo Ue. “Il collegio dei commissari” ha concluso che Avramopoulos andrà “in Ungheria per una discussione seria con le autorità ungheresi” prima di un riesame della questione alla luce di una valutazione giuridica approfondita, ha aggiunto, precisando che Avramopoulos potrebbe essere a Budapest “la settimana prossima o quella successiva”.

Ieri il parlamento di Budapest ha votato per ripristinare la detenzione di tutti i richiedenti asilo presenti sul territorio ungherese, misura abrogata nel 2013 sotto la pressione della Ue, dell’Onu e della Corte europea per id iritti umani. La nuova legge prevede che i migranti vengano messi in “zone di transito” alle frontiere serba e croata, dove resteranno detenuti in attesa della decisione sulla domanda di asilo. Potranno lasciare i centri di detenzione se torneranno nel Paese da cui sono arrivati.

Il Consiglio d’Europa oggi ha detto che la legge ungherese viola la Convenzione europea dei diritti umani. “Il fatto di privare sistematicamente della libertà tutti richiedenti asilo rappresenta un chiara violazione degli obblighi dell’Ungheria” stabiliti dalla convenzione, ha dichiarato il commissario ai diritti umani dell’organizzazione Nils Muiznieks.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su