Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Dopo morte Kim Jong Nam, Sudcorea rafforza protezione fuorusciti

colonna Sinistra
Giovedì 16 febbraio 2017 - 17:22

Dopo morte Kim Jong Nam, Sudcorea rafforza protezione fuorusciti

Già in passato le spie nordcoreane hanno colpito a Seoul
20170216_172204_E8283692

Roma, 16 feb. (askanews) – La Corea del Sud ha rafforzato la protezione dei fuorusciti di alto profilo della Corea del Nord dopo la morte a Kuala Lumpur, in quello che Seoul considera un assassinio ordinato da Pyongyang, del fratellastro del dittatore Kim Jong Un, Kim Jong Nam. Lo scrive oggi NK News, riferendo di un annuncio dell’ufficio del primo ministro di Seoul.

Polizia e antiterrorismo sudcoreani hanno tenuto una riunione nella quale hanno valutato che esiste una minaccia terroristica contro obiettivi non precisati.

“Il governo rafforzerà la protezione dei cosiddetti attivisti anti-Nord Corea che stiano parlando della realtà del Nord e dei fuoriusciti nordcoreani all’indomani dell’assassinio di Kim Jong Nam”, riferisce un comunicato dell’ufficio del primo ministro.

NK News ricorda che, nel 1997, Lee Han Yong, un cugino di Kim Jong Nam fuggito al Sud, fu ucciso a Seoul da presunte spie nordcoreane. Altre due spie nordcoreane sono state arrestate dal Sud mentre tentavano di uccidere un fuoriuscito di altro profilo. E, nel 2011, un agente nordcoreano è stato fermato mentre tentava di assassinare un altro attivista nordcoreano fuoruscito, Park Sang Hak, con un ago avvelenato.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
Torna su