Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Austria, si profila testa a testa nel ballottaggio presidenziali

colonna Sinistra
Martedì 29 novembre 2016 - 19:16

Austria, si profila testa a testa nel ballottaggio presidenziali

Il candidato di estrema destra Hofer dato in lievissimo vantaggio
20161129_191625_8BBACB4B

Roma, 29 nov. (askanews) – Dopo una serie di colpi di scena, in Austria si avvicina il giorno in cui si conoscerà il nome del nuovo presidente. Domenica prossima infatti si ripeterà il ballottaggio, annullato a maggio per vizi di procedura nello scrutinio, fra il candidato dell’estrema destra Norbert Hofer e il candidato ecologista Alexander van der Bellen. Mai prima, in Austria, era accaduto che nessun esponente dei due grandi partiti storici, socialdemocratici e popolari, non riuscisse a passare il primo turno delle presidenziali. Hofer ha già ventilato, in caso di vittoria, la convocazione di una referendum sull’uscita dall’Ue dell’Austria.

I seggi apriranno e chiuderanno ad orari diversi sul territorio: in alcune cittadine già alle 6, ma nella gran parte tra le 7 e le 8. La chiusura invece è prevista quasi ovunque alle 16, tranne nelle due grandi città: Vienna e Innsbruck, un’ora dopo. Tradizionalmente nel paesino di Vorarlberg le urne saranno chiuse già alle 13. Le prime stime cominceranno ad arrivare dunque dopo le 17, ma saranno necessarie diverse ore prima di avere i risultati definitivi, tanto più che il distacco fra i due candidati si prevede sia molto esiguo, come nel ballottaggio annullato.

Nella gran parte degli ultimi sondaggi il candidato dell’estrema destra guida di un soffio la corsa, ma la percentuale che li distanzia è sempre inferiore al margine di errore dichiarato dai sondaggisti. Neppure gli ultimi due dibattiti tv sembrano aver modificato questo quadro. Come per il precedente ballottaggio si prevede che il voto delle urne darà un vantaggio a Hofer che sarà poi corretto dal voto per posta a favore di van der Bellen.

Il presidente eletto giurerà e prenderà ufficialmente le sue funzioni il 26 gennaio prossimo e resterà in carica per 6 anni

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su