Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Bombe su ospedale pediatrico di Aleppo. Onu: inorriditi dalle violenze

colonna Sinistra
Sabato 19 novembre 2016 - 18:57

Bombe su ospedale pediatrico di Aleppo. Onu: inorriditi dalle violenze

Appello alle parti a mettere fine ad attacchi contro civili
20161119_185726_034B89ED

Damasco, 19 nov. (askanews) – Le Nazioni Unite si sono dette “inorridite” dall’escalation di violenza in Siria, chiedendo quindi accesso immediato ad Aleppo, dove il governo di Damasco ha lanciato una nuova offensiva per strappare ai ribelli i quartieri orientali della città.

“Le Nazioni unite sono estremamente rattristate e inorridite dalla recente escalation di violenze in diverse regioni della Siria e chiede a tutte le parti di mettere fine agli attacchi indiscriminati contro civili e infrastrutture civili”, hanno detto il coordinatore umanitario Onu per la Siria, Ali al-Zaatari, e il coordinatore umanitario regionale, Kevin Kennedy.

I bombardamenti ripresi dal regime di Damasco martedì scorso hanno causato la morte di quasi 100 persone ad Aleppo e hanno costretto gli ospedali a chiudere.

Zaatari e Kennedy hanno dichiarato oggi che l’Onu ha un piano per aiutare la popolazione sotto assedio ad Aleppo: “L’Onu ha condiviso con tutte le parti in conflitto ad Aleppo e con gli Stati membri coinvolti un piano umanitario dettagliato per garantire con urgenza la necessaria assistenza agli abitanti di Aleppo Est e far evacuare malati e feriti. E’ fondamentale che che tutte le parti accettino il piano e ci consentano di avere accesso immediato e sicuro per portare assistenza a quanti ne hanno più necessità ad Aleppo Est, ma anche in tutte le altre zone della Siria dove le persone ne hanno più bisogno”.

Anche il Consigliere per la sicurezza nazionale Usa, Susan Rice, ha condannato oggi gli “atroci” bombardamenti messi a segno negli ultimi giorni ad Aleppo, in Siria, ammonendo il governo di Damasco e l’alleato russo sulle conseguenze a lungo termine di tali azioni.

“Gli Stati Uniti condannano nei termini più duri questi orribili attacchi contro infrastrutture mediche e operatori umanitari. Non ci sono scuse per queste azioni atroci – ha detto Rice in un comunicato – il regime siriano e i suoi alleati, la Russia in particolare, sono responsabili delle conseguenze immediate e a lungo termine che queste azioni hanno causato in Siria e oltre”.

Sim/Int9

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su