Header Top
Logo
Domenica 15 Settembre 2019

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Venerdì 24 giugno 2016 - 15:14

Brexit, a Londra la City si svuota

Banchieri verso il trasferimento
20160624_151415_38F4FFEE

Londra, 24 giu. (askanews) – Con l’uscita dall’Unione Europea, laCity di Londra si prepara a vedere migliaia di banchieri fare”armi e bagagli” e trasferirsi alla volta di Francoforte, Parigio Dublino.
L’attuale capitale finanziaria dell’Europa ospita numerosebanche europee e americane, che vogliono restare nell’Ue; alcunedi loro hanno addirittura partecipato finanziariamente allacampagna per il “Remain”. Londra è stata fino a oggi la loro baseper il mercato europeo, ma l’uscita dal mercato unico porteràdiverse delocalizzazioni.
La banca americana JPMorgan, che dà lavoro a 16mila persone nelRegno Unito, ha inoltre previsto di trasferire diversi dipendentifuori dal Paese. “Potremmo aver bisogno di cambiamenti allastruttura della nostra entità legale europea e allalocalizzazione di alcuni impieghi”, ha indicato la direzionedella banda in un memo interno. L’amministratore delegato JamieDimon aveva detto prima del voto che dai 1.000 ai 4.000 impieghiavrebbero potuto essere trasferiti.
Il numero uno di Deutsche Bank, John Cryan, ha avvertito che leconseguenze della Brexit “saranno negative sotto tutti i punti divista”. Il colosso bancario tedesco, che dà lavoro a 9milapersone nel Regno Unito, ha messo in piedi da qualche mese ungruppo di lavoro per valutare il trasferimento di alcune attivitàin seno all’eurozona, in particolare in Germania. La bancabritannica HSBC aveva inoltre parlato della possibilità ditrasferire un migliaio di persone nella capitale francese.
Nel dettaglio, la Brexit potrebbe costare dai 70mila ai 100milaposti dl lavoro nei servizi finanziari britannici entro il 2020.
Fco/Int2

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su