Header Top
Logo
Lunedì 24 Febbraio 2020

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Rapporto droghe 2016, boom mercato online in Ue, torna ecstasy

colonna Sinistra
Martedì 31 maggio 2016 - 11:41

Rapporto droghe 2016, boom mercato online in Ue, torna ecstasy

Un volume d'affari di 24,3 miliardi di euro nel 2013
20160531_114137_56EA5541

Parigi, 31 mag. (askanews) – Boom del mercato online, ritorno dell’ecstasy e aumento del consumo di cannabis: sono questi i tre dati rilevanti che emergono dal rapporto 2016 dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicomanie, pubblicato oggi a Lisbona. Sono più di 88 milioni gli adulti che hanno consumato almeno una volta droghe illegali, vale a dire oltre un quarto delle persone adulte che vive in Europa.

“L’Europa è confrontata a problemi di droga sempre più gravi. L’offerta e la domanda di nuove sostanze stupefacenti, di eccitanti, di eroina e altri oppiacei continuano ad aumentare, con conseguenze significative sulla salute pubblica”, annotaDimitris Avramopoulos, commissario europeo per gli Affari interni.

Il mercato di droge illecite nell’Ue ha un volume d’affari stimato in 24,3 miliardi di euro nel 2013. La fetta maggiore della torta spetta alla cannabis, con il 38%, che è diventata una “fonte di reddito fondamentale per la criminalità organizzata”, secondo l’Oedt. Seguono l’eroina con il 28%, la cocaina con il 24%, le anfetamine (8%) e l’ecstasy (3%). Secondo il rapporto circa l’1% degli adulti europei fa consumo quotidiano di cannabis.

L’Osservatorio sottolinea che “il potenziale espansivo dell’offerta di droga online appare considerevole”, con il mercato dei “darknets” (reti clandestine), i baratti e con tecniche di pagamento difficili da rintracciare.

Infine l’Oedt mette in guardia contro le nuovo sostanze psicoattive (cannabinoidi e oppiacei di sintesi), talvolta tossiche: “I giovani consumatori possono, a loro insaputa, servire da cavie umane per sostanze i cui rischi potenziali per la salute sono in larga misura sconosciuti”. Nel 2015 sono state segnalate 98 nuove sostanze, 101 nel 2014, anno in cui sono morte almeno 6.800 persone per overdose, con aumenti particolarmente preoccupanti in Irlanda, Lituania, Svezia e Regno Unito.(fonte afp)

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su