Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Fiat, in arrivo 1.500 nuovi posti di lavoro per lo stabilimento di Melfi

colonna Sinistra
Lunedì 12 gennaio 2015 - 16:47

Fiat, in arrivo 1.500 nuovi posti di lavoro per lo stabilimento di Melfi

Marchionne: "Assunzioni non per il Jobsa Act ma perché ne abbiamo bisogno. Obiettivo 2015 vendere 5 milioni di auto"
20150112_164715_44E8D987

Detroit, 12 gen. (askanews) – “Un segnale estremamente positivo per il Paese”: così Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, ha definito l’annuncio dell’inserimento di circa 1.500 nuovi lavoratori nello stabilimento di Melfi (oltre un migliaio subito, ai quali si aggiungeranno altre 350 persone temporaneamente trasferite dagli stabilimenti di Cassino e Giambattista Vico di Pomigliano d’Arco).
Melfi “diventerà il più grande stabilimento di vettore d’Italia”, ha continuato Marchionne, in conferenza con la stampa italiana al Salone dell’auto a Detroit.
“Stiamo assumendo persone non per via del Jobs Act ma perché ne abbiamo bisogno”, ha aggiunto l’Ad, spiegando che l’obiettivo 2015 di Fca è vendere 5 milioni di auto.
Il comunicato del gruppo Fiat Chrysler Automobiles sottolinea che “l’andamento decisamente positivo dei nuovi modelli Jeep Renegade e Fiat 500X permetterà nei prossimi tre mesi l’inserimento di oltre mille nuovi lavoratori” nella fabbrica in provincia di Potenza, “dove con un investimento di oltre un miliardo di euro vengono prodotte le due vetture”.
“Una volta stabilizzati i volumi produttivi – spiega Fca – in ragione dell’andamento della domanda e dei risultati negli oltre 100 mercati dove le vetture saranno vendute, alle persone inizialmente inserite con contratto interinale potrà essere proposto il nuovo contratto a tutele crescenti, attualmente in via di definitiva approvazione”. A queste persone, “se ne aggiungeranno altre 350 temporaneamente trasferite dagli stabilimenti di Cassino e Pomigliano d’Arco. Sarà così possibile saturare totalmente le potenzialità produttive dell’impianto”.
Il programma, aggiunge la società, “prevede che già dalla prossima settimana saranno inseriti circa 300 nuovi lavoratori, ai quali si aggiungeranno subito circa 100 persone provenienti dallo stabilimento di Cassino”. Contestualmente, Fca ha comunicato ai sindacati “la chiusura della cassa integrazione straordinaria, con il rientro immediato all’attività lavorativa di tutti i 5.418 dipendenti dello stabilimento Sata”.
Mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su