Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Gentiloni: Dalla Russia alla Libia, ora l’interesse nazionale

colonna Sinistra
Martedì 2 dicembre 2014 - 08:12

Gentiloni: Dalla Russia alla Libia, ora l’interesse nazionale

"Siamo europei e alleati Usa ma con nostro occhio su geopolitica"
20141202_081151_69190F5F

Washington, 2 dic. (askanews) – “Oggi non c’è più il bipolarismo nél’illusione degli anni ’90 di un mondo omologato”, ma siamo difronte a “una grande instabilità”, di cui ci troviamo “al centro”perché siamo “in mezzo al Mediterraneo”: e “in questo nuovocontesto dobbiamo recuperare senza vergognarcene un concettosemplicissimo, l’interesse nazionale”. E’ quanto ha detto ilministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale,Paolo Gentiloni, in un’intervista al Messaggero, sottolineandoche i cardini della politica estera italiana restano “atlantismo,europeismo, apertura a scambi e commercio, disponibilità amissioni di pace e per i diritti umani”.

“Siamo europei e alleati degli americani, ma abbiamo un nostroocchio sulla geopolitica”, ha spiegato il ministro, che harivendicato “una totale continuità” in politica estera con l’extitolare della Farnesina ed attuale Alto rappresentante Ue,Federica Mogherini.

Vale per la questione palestinese, le crisi in Libia e Ucraina,la posizione nei confronti di Mosca. “L’approccio ideologico percui siamo di fronte a una nuova guerra fredda non porta danessuna parte”, ha precisato Gentiloni. “Paesi come l’Italia e laGermania possono contribuire a tenere aperto il dialogo, se laRussia accetterà di rispettare i protocolli di Minsk”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su