lunedì 05 dicembre | 10:27
pubblicato il 06/dic/2013 14:01

Wto: accordo di Bali, ministri impegnati su multilateralismo e sviluppo

Wto: accordo di Bali, ministri impegnati su multilateralismo e sviluppo

(ASCA) - Bali, 6 dic - Il testo legale del pacchetto di Bali e' pubblico. Roberto Azevedo, direttore generale della Wto, riesce a consolidare una dichiarazione ministeriale, che passa ora all'esame delle delegazioni per ''correzioni minori'' e che conferma tutte le indiscrezioni di queste ore.

La dichiarazione impegna i ministri dei Paesi membri a identificare nella Wto il forum preminente per il commercio, sia a livello di negoziato sia a livello regolatorio.

Il testo prevede che la Commissione per i negoziati commerciali, entro 12 mesi, prepari a Ginevra un programma di lavoro concreto per l'approvazione dell'Agenda di sviluppo lanciata a Doha nel lontano 2001. Un primo pacchetto di norme contenute nell'Agenda, che i membri avevano considerato ampiamente condivise, tuttavia viene chiuso e proposto per l'approvazione come ''Pacchetto di Bali''. Esso riguarda 10 temi: Facilitazione del commercio; 4 temi agricoli e cioe' servizi generali, stoccaggio pubblico di materie prime alimentari ai fini della sicurezza alimentare, Tariffe Quota Rates, Competizione nelle esportazioni; poi il capitolo del Cotone e, rispetto alle richieste dei Paesi meno sviluppati (LDCs), estratte dall'Agenda di sviluppo di Doha, il rinvio dell'implementazione della liberalizzazione dei servizi; Regole d'origine semplificate, Accesso duty free quota free dei loro prodotti nei mercati dei Paesi avanzati e un meccanismo di monitoraggio specifico dell'impatto delle misure commerciali.

Sul lavoro post-Bali, si guarda a ''strade che consentano ai Paesi membri di superare i blocchi piu' critici e fondamentali'', si legge nel documento. E al Direttore generale e alla sua mediazione si affidano le modalita' di proseguimento di questo lavoro nel 2014. Nello stesso testo si prende atto del lavoro ''regolare della Wto'' che ha portato anche ad altre 6 decisioni rilevanti: l'estensione del periodo di non deferibilita' e la non punibilita' dei Paesi meno sviluppati alla Wto per la proprieta' intellettuale (2 TRIPS waiver), il programma di lavoro sul commercio elettronico, il programma di lavoro sulle piccole economie, il programma di Aiuti al commercio, la bozza di decisione ministeriale sul trasferimento delle tecnologie, insieme alle misure di facilitazione dell'adesione dei Paesi meno sviluppati alla Wto.

sis/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari