martedì 24 gennaio | 12:37
pubblicato il 06/dic/2013 14:01

Wto: accordo di Bali, ministri impegnati su multilateralismo e sviluppo

Wto: accordo di Bali, ministri impegnati su multilateralismo e sviluppo

(ASCA) - Bali, 6 dic - Il testo legale del pacchetto di Bali e' pubblico. Roberto Azevedo, direttore generale della Wto, riesce a consolidare una dichiarazione ministeriale, che passa ora all'esame delle delegazioni per ''correzioni minori'' e che conferma tutte le indiscrezioni di queste ore.

La dichiarazione impegna i ministri dei Paesi membri a identificare nella Wto il forum preminente per il commercio, sia a livello di negoziato sia a livello regolatorio.

Il testo prevede che la Commissione per i negoziati commerciali, entro 12 mesi, prepari a Ginevra un programma di lavoro concreto per l'approvazione dell'Agenda di sviluppo lanciata a Doha nel lontano 2001. Un primo pacchetto di norme contenute nell'Agenda, che i membri avevano considerato ampiamente condivise, tuttavia viene chiuso e proposto per l'approvazione come ''Pacchetto di Bali''. Esso riguarda 10 temi: Facilitazione del commercio; 4 temi agricoli e cioe' servizi generali, stoccaggio pubblico di materie prime alimentari ai fini della sicurezza alimentare, Tariffe Quota Rates, Competizione nelle esportazioni; poi il capitolo del Cotone e, rispetto alle richieste dei Paesi meno sviluppati (LDCs), estratte dall'Agenda di sviluppo di Doha, il rinvio dell'implementazione della liberalizzazione dei servizi; Regole d'origine semplificate, Accesso duty free quota free dei loro prodotti nei mercati dei Paesi avanzati e un meccanismo di monitoraggio specifico dell'impatto delle misure commerciali.

Sul lavoro post-Bali, si guarda a ''strade che consentano ai Paesi membri di superare i blocchi piu' critici e fondamentali'', si legge nel documento. E al Direttore generale e alla sua mediazione si affidano le modalita' di proseguimento di questo lavoro nel 2014. Nello stesso testo si prende atto del lavoro ''regolare della Wto'' che ha portato anche ad altre 6 decisioni rilevanti: l'estensione del periodo di non deferibilita' e la non punibilita' dei Paesi meno sviluppati alla Wto per la proprieta' intellettuale (2 TRIPS waiver), il programma di lavoro sul commercio elettronico, il programma di lavoro sulle piccole economie, il programma di Aiuti al commercio, la bozza di decisione ministeriale sul trasferimento delle tecnologie, insieme alle misure di facilitazione dell'adesione dei Paesi meno sviluppati alla Wto.

sis/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: manovra fa aumentare debito
Cambi
Protezionismo Trump riporta il dollaro ai minimi da dicembre
Bce
Draghi: collaborazione Stati invece di "richiami a cupi passati"
Generali
Battaglia su Generali infiamma titolo, vola Mediobanca
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4