domenica 11 dicembre | 09:20
pubblicato il 04/dic/2013 09:57

Wto: a Bali negoziati a rischio. India isolata, Indonesia media

Wto: a Bali negoziati a rischio. India isolata, Indonesia media

(ASCA) - Bali, 4 dic - La prima giornata di vero negoziato a Bali, dove fino al 6 dicembre si riunisce la Conferenza Ministeriale dell'Organizzazione Mondiale del Commercio (Wto), si e' aperta con il posizionamento dei principali attori del commercio globale, evidenziando la grande distanza tra l'India e gli altri grandi esportatori, che mette a rischio il risultato finale del vertice. Una situazione da cui il Governo indonesiano, padrone di casa, propone agli altri Paesi membri di uscire offrendosi come redattore di un pacchetto di testi di mediazione complessivo sui tre pilastri del negoziato - agricoltura, facilitazione del commercio e misure per i Paesi meno sviluppati, da prendere o lasciare.

''Il continuo stallo dei negoziati Wto ha creato cinismo nei suoi membri - ha attaccato nel suo intervento in plenaria il ministro al commercio indiano Anand Sharma - Il Pacchetto di Bali deve essere solido, deve risolvere il disequilibrio tra le diverse regole commerciali. Fate che Bali sia ricordata per aver riportato lo sviluppo al centro. La sicurezza alimentare non e' negoziabile''. E' infatti a causa dell'attuale testo sull'agricoltura, che impedirebbe all'India di continuare a sostenere con acquisti pubblici e sussidi i contadini e i cittadini piu' poveri, che il suo Governo sta resistendo all'approvazione del Pacchetto di Bali. E se anche un solo membro obietta su uno dei temi del negoziato, visto che la Wto procede per consenso, non potra' esserci nessun accordo a Bali. Gli Stati Uniti, che si sono opposti frontalmente alla richiesta indiana, col negoziatore Michael Froman, hanno sostenuto in plenaria che ''in un modo o nell'altro la Wto entrera' in una nuova era. La decisione finale e' a portata di mano - ha sottolineato Froman, ricordando che, se si arrivera' ad un risultato positivo a Bali - avremo provato ad un mondo scettico che la Wto e' un'organizzazione funzionante capace di portare importanti risultati positivi per il commercio e lo sviluppo''. Al contrario, ha avvisato, si verifichera' ''un flusso debilitante in uscita dal sistema commerciale multilaterale''. La Cina, dal canto suo, non e' sembrata stracciarsi le vesti su questo, dichiarandosi ''di ampie vedute su gli altri forum multilaterali per i temi commerciali'', ma ammettendo il bisogno ''di affrontare il moltiplicarsi dei trattati bilaterali''. Mentre l'Europa, con il Commissario Karel De Gutch, ha puntato il dito contro ''la motivazione politica'' che e' alla radice dell'obiezione all'accordo di Bali, nonostante ci sia ''consenso nel restituire alla Wto centralita' nelle politiche commerciali''. La mediazione offerta dal governo indonesiano, che come Paese ospite ha grande interesse in un successo del vertice, di preparare un testo di mediazione da prendere o lasciare in blocco come via d'uscita dal presente stallo, e' ora al centro delle discussioni di corridoio nel Centro conferenze di Bali.

Spezzettare l'Agenda di sviluppo di Doha in capitoli, per chiudere almeno il possibile dopo anni di stallo, era stato considerato un modo utile per approvare almeno le misure piu' urgenti a favore dei Paesi piu' poveri. La strategia, a quanto si apprende dai negoziatori senior di questi stessi Paesi, e' quella di premere sul loro bisogno di portare a casa almeno qualcosa, per tenere l'India nell'angolo e costringerla a capitolare. Nelle prossime intense ore di negoziato si capira' se funzionera'.

sis/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina