sabato 03 dicembre | 08:16
pubblicato il 06/mar/2014 16:35

Wind: nel 2013 clienti in crescita del 3% a oltre 22 mln

Wind: nel 2013 clienti in crescita del 3% a oltre 22 mln

(ASCA) - Roma, 6 mar 2014 - Aumentano i clienti della telefonia mobile nel 2013 per Wind che registra un vero e proprio boom dei ricavi dall'internet mobile mentre i ricavi complessivi e la redditivita' risentono del taglio delle tariffe di terminazione e della negativa congiuntura economica del paese.

Nel dettaglio i clienti da telefonia mobile sono infatti cresciuti del 3,0% salendo a 22,3 milioni mentre i ricavi da internet mobile sono schizzati in su del 35,2%. Interessante anche la performance da ricavi broadband fisso (+8%), mentre per quanto riguarda i ricavi totali sono risultati pressoche' stabili rispetto al 2012 (4.983 milioni di euro) al netto dei tagli della terminazione mobile (-0,9%), mentre la flessione e' dell'8,3% in termini assoluti. L'ebitda del 2013 si attesta a 1.944 milioni di euro con una contrazione del 5,4% mentre la marginalita' risulta in crescita al 39,0%. ''Wind - si legge in un comunicato - dunque ha chiuso il 2013 realizzando la miglior performance del mercato italiano in un contesto altamente competitivo ancora influenzato dalla contrazione economica del paese. La forza della sua offerta commerciale, da sempre caratterizzata dai principi di chiarezza, trasparenza e semplicita', ha permesso a Wind di incrementare la propria quota di mercato e la base dei clienti mobili, nonostante l'aggressiva pressione promozionale avvenuta soprattutto durante l'estate''.

Nel 2013 Wind ha continuato a generare cassa realizzando un Ebitda-Capex che supera il miliardo e cento milioni di euro, stabile rispetto all'anno precedente. L'ARPU mobile scende rispetto all'anno precedente attestandosi a 12,3 euro a causa della forte diminuzione della componente voce, dovuta sia alla pressione competitiva che ai tagli alla tariffa di terminazione, in parte compensata dall'aumento dell'ARPU dati che si attesta a 4,3 euro. La decrescita dell'ARPU voce e' anche influenza dalle offerte WIND solo dati per PC e tablets che non generano ricavi voce. L'ARPU totale del fisso nel 2013 raggiunge i 30,7 euro in leggera diminuzione rispetto al 2012 (-1,7%) con la riduzione della componente voce quasi del tutto compensata dalla crescita dei dati. L'ARPU broadband aumenta dell'8,2% a 20,3 euro come risultato della maggiore penetrazione dei clienti dual-play spinti dalle offerte convergenti fisso-mobile degli innovativi pacchetti ''All Inclusive''.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari