sabato 21 gennaio | 23:46
pubblicato il 06/apr/2016 11:15

WhatsApp, rivoluzione a sorpresa dopo il caso Apple: chat criptate

Intercettare impossibile per cybecriminali e "regimi oppressivi"

WhatsApp, rivoluzione a sopresa dopo il caso Apple: chat criptate

Roma, 6 apr. (askanews) - Rivoluzione a sorpresa su WhatsApp: d'ora in avanti tutte le chat, e perfino le telefonate effettuate tramite il sistema di messaggeria istantanea vengono automaticamente codificate, in modo da risultare illeggibili in eventuali intercettazioni. Da questa notte infatti, il miliardo di utenti della piattaforma controllata dal social network Facebook vedono comparire nella prima chat che capita loro di aprire una comunicazione che annuncia la novità.

"I messaggi che invii in questa chat e le chiamate sono ora protetti con la crittografia end-to-end".

Nel blog ufficiale, i cofondatori e top manager di WhatsApp Brian Acton e Jan Couton spiegano che l'iniziativa è volta a rassicurare da eventuali intrusioni da parte di criminali. "L'idea è semplice - scrivono - quando si invia un messaggio, l'unica persona che possa leggerlo è quella della chat o il gruppo di persone a cui è stato spedito. Nessun cybercriminale. Nessun hacker. Nessun regime oppressivo. Nemmeno noi stessi. La crittografia ent-to-end rende la comunicazione via WhatsApp simile ad un faccia a faccia".

In realtà, la tempistica dell'iniziativa sembra più volta a rassicurare gli utenti dalle eventuali intrusioni e intercettazioni da parte delle autorità, visto la vicinanza dello scontro tra l'Fbi americana e Apple sulla decifrazione dei dati presenti su un iPhone appartenuto ad un terrorista. Vicenda ad elevato impatto mediatico che ha sollevato una ondata di interrogativi e allarmismi sulla privacy.

Couton, l'amministratore delegato, afferma di fare della privacy "una questione personale". "Sono cresciuto nell'Unione Sovietica, durante il regime comunista e il fatto che la gente non potesse comunicare liberamente è uno dei motivi che ha spinto la mia famiglia a emigrare negli Usa".

Ad ogni modo, i due programmatori imprenditori evitano di assumere una posizione di scontro frontale, quando precisano di "riconoscere il lavoro importante delle forze dell'ordine nel tenere le persone al sicuro". Tuttavia, aggiungono "le spinte per indebolire la codifica rischiano di esporre le informazioni delle persone ad abusi da parte di cybercriminali, hacker e Stati canaglia".

Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4