giovedì 08 dicembre | 11:20
pubblicato il 07/dic/2013 15:54

Welfare: Baretta, crisi poteva essere occasione per migliorare sistema

Welfare: Baretta, crisi poteva essere occasione per migliorare sistema

(ASCA) - Padova, 7 dic - ''Ora che si comincia a riparlare di ripresa abbiamo il dovere di chiederci se non abbiamo perso l'occasione di vivere la crisi come un'opportunita' per migliorare il nostro sistema di vita. A cominciare dal welfare, per uscire dalla logica prevalentemente assistenziale che lo contraddistingue''. Lo ha detto il sottosegretario all'Economia e Finanze Pier Paolo Baretta, intervenendo questa mattina al convegno 'La sfida dell'Economia civile. Risposte concrete alla crisi per un welfare generativo', organizzato da Acli Padova.

''La domanda di welfare - ha spiegato Baretta - e' destinata ad aumentare di pari passo con la grande trasformazione sociale in atto. L'aumento dell'eta' media, l'immigrazione e la concentrazione urbana provocano nuove emarginazioni e le disuguaglianze aumentano.

E' chiaro, dunque, che il pubblico da solo non sara' in grado di soddisfare la mole e la qualita' dei nuovi bisogni. E questo vale non solo per uno Stato in difficolta' finanziaria, come e' il nostro in questo momento, ma anche per uno in buona salute. Ecco perche' e' indispensabile una sussidiarieta' vera, affiancata da un nuovo sistema di welfare 'generativo', cioe' in grado di valorizzare le risorse economiche e sociali a disposizione. Tutto cio' ha un valore sociale, ma anche un rilevante effetto economico. Se non entriamo in quest'ottica non saremo in grado di gestire la crescente domanda''.

Il sottosegretario ha quindi indicato alcune piste di lavoro. ''Abbiamo bisogno di nuovi riferimenti teorici e impianti normativi. Due esempi concreti: e' matura una discussione, anche politica, sui parametri di crescita del Pil; inoltre, e' il momento di riflettere in modo piu' esplicito sulla fiscalita' di scopo, per far si' che sia chiaro il rapporto tra quanto il cittadino versa, quanto l'amministrazione riceve e come lo usa''. Un secondo percorso e' il riorientamento delle risorse esistenti: ''Un esempio e' quello complessivo degli ammortizzatori sociali. Lo strumento della cassa integrazione in deroga e' un ponte necessario, ma richiede qualche riflessione sul suo utilizzo, sul possibile impiego sociale dei beneficiari.

Lo stesso vale per il delicato problema degli esodati. E' arrivato il momento di chiederci se non sia piu' 'sociale' adottare la flessibilita' in uscita verso la pensione. Va detto, pero', che la pressione prevalente dei gruppi di interesse e', ancora prevalentemente, per un welfare tradizionale. Un ulteriore esempio sono i fondi pensione e i fondi sanitari integrativi, che vanno stimolati, ma che non possono avere solo una dimensione aziendale. Su questo piano stiamo lavorando per valutare il possibile impiego delle risorse dei fondi pensione a sostegno dell'economia reale: hanno accumulato piu' di 100 miliardi, ne investono piu' di 20 in Bot e Cct, altrettanti in fondi stranieri e il 9 per cento in azionariato. Si potrebbe immaginare che queste risorse siano indirizzate, ad esempio, verso forme di microcredito o altri strumenti a sostegno di quelle iniziative economiche che sostengono il nuovo welfare''.

Baretta ha quindi concluso con una considerazione sulla territorializzazione del welfare: ''Oggi manca una condizione di base, cioe' la garanzia dei diritti minimi universali, in primis quelli alla maternita', alla malattia e al riposo, che oggi sono differenziati in base alla categoria professionale di appartenenza. Se riusciamo a garantire questi diritti allora si', il decentramento e' possibile''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Roma
Roma, Antitrust avvia procedimento contro Atac sul servizio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni