lunedì 20 febbraio | 05:32
pubblicato il 28/apr/2016 14:40

Volkswagen vede ritorno a utili quest'anno dopo maxi-perdita 2015

Cfo Witter: sarà comunque un anno pieno di sfide

Volkswagen vede ritorno a utili quest'anno dopo maxi-perdita 2015

Roma, 28 apr. (askanews) - La Volkswagen prevede di tornare agli utili quest'anno dopo la maxi-perdita del 2015, quando l'azienda contabilizzò perdite per 1,58 miliardi di euro a seguito dello scandalo sulle emissioni 'truccate' che l'ha travolta. Lo ha annunciato il chief financial officer Frank Witter durante la conferenza stampa sui risultati di bilancio annuali: "Partiamo dal presupposto che finiremo quest'anno in utile", ha detto anticipando che l'anno comunque resterà sfidante. "Non sono solo i fondamentali cambiamenti al nostro interno a costituire una sfida ma anche - ha aggiunto - l'ambiente economico complessivo".

Secondo Witter "quest'esercizio sarà caratterizzato da persistenti prospettive di bassa crescita e da una e da una grande incertezza politica oltre che da forti fluttuazioni valutarie, da difficili sviluppi su alcuni mercati e dalle conseguenze del problema del diesel". Ad ogni modo, ha concluso il responsabile finanziario Volkswagen, "il nostro scopo è di raggiungere nuovamente il volume di consegne dello scorso anno e di rafforzare la nostra solida posizione economica".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia