lunedì 16 gennaio | 14:32
pubblicato il 14/ott/2015 14:19

Volkswagen, Nordio: diesel 1,6 richiederà anche cambi "hardware"

Mentre su 2 litri e 1.8 basterà intervento software

Volkswagen, Nordio: diesel 1,6 richiederà anche cambi "hardware"

Roma, 14 ott. (askanews) - Il gruppo Volkswagen sta sviluppando un software per correggere i problemi sulle alterazioni alle emissioni di gas di scarico dei motori diesel da 2 litri e 1,8 litri della classe di motori EA 189, mentre sulla cilindrata 1,6 litri della stessa famiglia sta lavorando ad un software ma anche a "una soluzione tecnica per la sostituzione di hardware all'interno del motore". Lo ha riferito l'amministratore delegato di Volkswagen Italia, Massimo Nordio, durante una audizione al Senato sullo scandalo che lo scorso settembre è esploso attorno alle alterazioni sulle emissioni su milioni di veicoli del gruppo.

Nordio ha ricordato che Volkswagen Italia è un mero importatore e che gli aspetti legati all'omologazione vengono gestiti dalla casa madre tedesca, con cui sta lavorando in maniera stretta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Calenda: no a nuova rinazionalizzazione
Fca
Fca, Calenda: Berlino si occupi di Volkswagen
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Trump avverte Merkel su commercio: troppe Mercedes negli Usa
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
On line il sito del Fondo Astoi a tutela dei viaggiatori
Energia e Ambiente
Energia, Bellanova: Italia con Enea all'avanguardia internazionale
Moda
Milano Moda uomo, i quadri viventi di Antonio Marras
Scienza e Innovazione
Spazio, lanciato razzo di SpaceX dopo l'esplosione di settembre
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Anas: nel 2016 traffico in crescita, su tutta la rete +2,45%