venerdì 24 febbraio | 02:59
pubblicato il 25/ago/2016 18:23

Vivendi: da Mediaset attacchi, cifre Premium no realistiche

Numeri pay-tv si basavano su una base gonfiata artificialmente

Vivendi: da Mediaset attacchi, cifre Premium no realistiche

Milano, 25 ago. (askanews) - Le cifre fornite su Premium prima della firma dell'accordo non sono realistiche e Mediaset e Fininvest, mentre erano in corso le discussioni per rinegoziare l'accordo relativo all'acquisizione della pay-tv, hanno lanciato attacchi mediatici che ledono gli interessi e l'immagine di Vivendi. Così il gruppo francese nella nota sui conti trimestrali in merito alla vicenda Premium.

"L'accordo firmato l'8 aprile era soggetto a una due diligence svolta da Deloitte, come convenuto contrattualmente. E' divenuto chiaro da questa audit e dall'analisi svolta da Vivendi che i numeri forniti prima della firma non erano realistici ed erano basati su una base gonfiata artificialmente. Questo - prosegue la nota - ha portato le due parti a cercare di rinegoziare i termini dell'accordo a giugno. Mentre andavano avanti i colloqui con Vivendi, Mediaset e Fininvest a un tratto hanno iniziato a lanciare attacchi mediatici che ledono gli interessi e l'immagine di Vivendi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech