lunedì 05 dicembre | 18:27
pubblicato il 07/nov/2014 15:50

Visco: la criminalità frena gli investimenti esteri

Tra 2006 e 2012 flussi in Italia sarebbero stati superiori del 15%

Visco: la criminalità frena gli investimenti esteri

Milano, 7 nov. (askanews) - La criminalità "ha un effetto negativo sugli investimenti in generale e quelli diretti dall'estero in particolare". Lo ha sottolineato il Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, nel corso del suo intervento al convegno sul contrasto all'economia criminale.

"Utilizzando l'indicatore Doing Business, che fornisce una sintesi della qualità dell'ambiente istituzionale, e considerando il grado di penetrazione criminale nel territorio - ha spiegato - è stato stimato che, a parità di altre condizioni, se le istituzioni italiane fossero state qualitativamente simili a quelle dell'area dell'euro, tra il 2006 e il 2012 i flussi di investimento esteri in Italia sarebbero risultati superiori del 15% - quasi 16 miliardi di euro - agli investimenti diretti effettivamente attratti nel periodo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Accordo Altec-Virgin Galactic: l'Italia avrà il suo spazioporto
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari