domenica 11 dicembre | 02:14
pubblicato il 30/gen/2015 12:00

Visco: imprese non innovano, così si favorisce fuga dei cervelli

"Aziende hanno forti difficoltà nel trovare competenze adeguate"

Visco: imprese non innovano, così si favorisce fuga dei cervelli

Roma, 30 gen. (askanews) - Le imprese italiane non investono sull'innovazione tecnologica, favorendo così la fuga dei cervelli. Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, secondo cui, "in presenza di significative difficoltà nel trovare competenze adeguate nel mercato del lavoro, le imprese sembrano reagire non innalzando i salari, bensì riducendo la propensione a investire in nuove tecnologie, contenendo di conseguenza il fabbisogno di manodopera qualificata".

"L'innescarsi di questo circolo vizioso - ha spiegato Visco in un convegno - deprimerebbe ulteriormente l'incentivo all'investimento in capitale umano, spingendo inoltre i lavoratori altamente qualificati a emigrare, in cerca di migliori opportunità lavorative. Alcuni studi della Banca d'Italia attribuiscono quasi metà del divario nella quota di laureati tra Italia e Germania a questo tipo di interazioni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina