lunedì 23 gennaio | 04:00
pubblicato il 30/mag/2014 10:37

Visco: dal 2008 banche hanno accumulato perdite su crediti per 130 mld

(ASCA) - Roma, 30 mag 2014 - ''L'ammontare dei prestiti bancari a famiglie e imprese alla fine del 2013 superava i 1.400 miliardi e il 90 per cento del prodotto interno lordo.

Il credito costituisce quasi due terzi dei debiti finanziari delle imprese; oltre un terzo della ricchezza finanziaria delle famiglie e' investito in depositi e obbligazioni bancarie''. Cosi' il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, nelle ''Considerazioni Finali'' per l'assembela annuale di Palazzo Koch.

Il Governatore ha ricordato, a causa della crisi, l'aumento delle insolvenze dal lato delle imprese sempre piu' in difficolta' a rimborsare i debiti tanto che ''le perdite su crediti accumulate dal 2008 ammontano a 130 miliardi; quelle dell'ultimo biennio hanno assorbito pressoche' per intero i profitti operativi.

Le banche hanno arginato il deterioramento della profittabilita' contenendo i costi. Tra il 2008 e il 2013 il numero dei dipendenti nel settore bancario e' diminuito di 30.000 unita', quello degli sportelli di 2.400. Il rapporto tra costi e ricavi e' sceso dal 66,7 al 62,1 per cento''.

men/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4