domenica 04 dicembre | 19:57
pubblicato il 22/set/2014 16:55

Vino: gli States sbarcano in Sardegna

(ASCA) - Roma, 22 set - Dall'editor di Decanter, Stephen Brook, al wine writer specializzato in vini italiani, Thomas Hyland: gli States sbarcano in Sardegna alla scoperta del Carignano del Sulcis grazie al press trip realizzato da AIE (Associazione Italiana Export) per il Consorzio. Dal 21 al 26 settembre 6 top wine influencer americani - tra giornalisti, wine educator e Masters of Wine - arriveranno infatti nell'Isola per conoscere il prezioso vino della costa sud-occidentale guidati dal miglior sommelier AIS d'Italia 2013, Andrea Balleri, e visitare le cinque cantine socie del Consorzio, tra degustazioni, seminari e workshop. Oltre a Brook e Hyland, saranno presenti al tour ''Discovering Carignano del Sulcis Treasures'' anche i Master of Wine, Sheri Morano (della piattaforma Wine Ring) e Joel Butler (editor per International Wine Review, collaboratore di Decanter Wine Awards), Pam Dillon (fondatrice di Wine Ring) il blogger Joel Mack (Vintrospective.com) e l'editor di The Connected Table & Eat.Drink.Explore.Inspire, David Ransom. I 6 partecipanti sono stati rigorosamente selezionati tra 50 operatori del settore da Business Strategies, azienda leader che cura l'internazionalizzazione di oltre 400 imprese del made in Italy del vino.

com-ram ---- (ASCA) - Roma, 22 set - Un vitigno antico e prezioso, il Carignano del Sulcis, tornato alla ribalta grazie al personale impegno di Giacomo Tachis - che negli anni Ottanta riporta alla luce la sua bellezza riscoprendo le vecchie vigne a piede franco - e alle iniziative del neonato Consorzio formato dalle cantine Santadi, Calasetta, Sardus Pater, Mesa e Agricola Punica. Una ''perla' che - con 1,6 milioni di bottiglie prodotte per un valore di 9 mln di euro - si sta affermando nella produzione dei Doc rossi in ambito regionale e nazionale. Per Silvana Ballotta, Ceo di Business Strategies e promotrice delle attivita' che sostengono i partner di AIE nel cammino verso l'internazionalizzazione: ''Dopo 11 eventi tra Cina, Stati Uniti, Giappone e Russia, con un investimento di circa 600mila euro nel 2013, ora e' giunto il momento di far conoscere il vino in casa propria attraverso i principali influencer del mercato statunitense. Ma non finisce qui: con i nostri partner del Sulcis saremo prima a Tokyo e poi a Mosca nel mese di novembre e dinuovo negli States a Dicembre.

Un programma ambizioso per un Consorzio che sta gestendo bene le opportunita' offerte dal programma comunitario 'Ocm promozione vino'. Per il presidente del Consorzio, Antonello Pilloni: ''Puntiamo ad un potenziamento dell'export, che attualmente copre il 30% della produzione del Carignano. Per questo abbiamo messo a punto assieme a AIE un piano di promozione triennale del valore di 2 milioni di euro che prevede workshop, tasting, incoming di giornalisti per Usa, Giappone, Cina e Russia. Dopo il workshop in Cina, ci rivolgiamo ora ai giornalisti americani con l'obiettivo di formare sul campo, attraverso il contatto diretto con i produttori e il territorio, potenziali ''ambasciatori'' del Carignano negli Stati Uniti''.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari