domenica 26 febbraio | 12:06
pubblicato il 30/giu/2016 11:35

Viaggio alle Bahamas, paradiso caraibico tra spiagge e immersioni

Turismo in espansione. In mare tra delfini, tartarughe e squali

Viaggio alle Bahamas, paradiso caraibico tra spiagge e immersioni

Freeport (askanews) - La gara dei mangiatori di cocomero è un classico del festival del dentice, sull'isola di Grand Bahama. Un paradiso tropicale distante appena 100 miglia da Miami, da tempo meta privilegiata degli americani e ora sempre più apprezzata anche dagli italiani. E l'arcipelago caraibico, tra mare, musica e natura, ha molti punti d'interesse per attirare visitatori da tutto il mondo. Come sostiene Brooke Grant, del ministero del turismo.

"Le Bahamas - afferma Grant - sono un arcipelago di circa 700 isole e isolotti. Hanno molto da offrire, da vacanze di relax ai viaggi per ogni tipo di budget. Dipende molto da quello che cerca il turista, ma abbiamo un'ampia gamma di sistemazioni e attrattive di vario tipo".

I pirati sono stati i primi ad apprezzare le isole tra la Florida e Cuba: tra il Seicento e il Settecento sono state uno dei covi della pirateria e celebri film sui corsari sono stati girati su queste spiagge. Oggi il turismo è l'attività principale e ha portato un discreto benessere rispetto a buona parte dei paesi del Caribe. E tra le palme, i flamboyant e le ville delle celebrities, per gli stranieri c'è tanto da esplorare.

Il presidente di Viva Resorts, Ettore Colussi, proprietario del Fortuna Beach a Freeport: "Qua camminare sulla spiaggia è una meraviglia: spiaggia lunghissima, bianca come la polvere. E il mare è bello in tutte le sue manifestazioni: canoa, windsurf. Ma in particolare per me questo è il villaggio più bello per la subacquea: qui si fanno immersioni decisamente uniche, bellissime. Soprattutto quella con gli squali: in tanti posti dove sono andato non dico che non ho mai trovato, ma di sicuro è una delle migliori".

La barriera corallina è molto ricca e in acqua si possono incontrare delfini e tartarughe. Ma non c'è solo la fauna da scoprire, perchè le Bahamas sono anche un'esperienza gastronomica: dalla frutta tropicale al pesce in abbondanza. E poi ci sono le feste popolari e il junkanoo, una sfilata in maschera con musica e balli. Una ricchezza che ha spinto Alpitour a investire sull'arcipelago, con un nuovo villaggio Bravo proprio al Viva Fortuna.

Il direttore commerciale di Alpitour, Alessandro Seghi: "Le aspettative su Grand Bahama sono estremamente elevate. Questa nuova apertura fa parte di un progetto più ampio di consolidamento della nostra presenza sull'area caraibica. Grand Bahama per noi è un ritorno importante, abbiamo voluto associarlo a un brand per noi centrale nella strategia del gruppo, che è Villaggi Bravo, e puntare su un'offerta di qualità in termini di prodotto e di servizio". E tra il mare, lo sport e il relax, il divertimento non manca.

Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech