domenica 04 dicembre | 17:42
pubblicato il 10/giu/2013 17:53

Veneto: Tajani, questo e' il cuore pulsante dell'imprenditoria

(ASCA) - Venezia, 10 giu - ''Il Veneto e' una delle regioni piu' industrializzate d'Europa, che rispetto ad altre possiede una caratteristica peculiare: la specificita' e qualita' della sua gente, che e' riuscita a trasformare in qualche decennio un territorio che viveva in condizioni economiche difficili in un territorio all'avanguardia''. Con queste parole Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea e commissario per l'Industria e Imprenditoria, ha aperto il suo tour veneto presso Unioncamere del Veneto. Tajani, prima di partecipare all'Assemblea di Confindustria Vicenza, ha preso parte al tavolo di lavoro organizzato da Unioncamere del Veneto - Eurosportello presso la sede di Marghera, presenti Alessandro Bianchi, presidente Unioncamere del Veneto, Roberto Ciambetti, assessore al Bilancio della Regione Veneto, e Gian Angelo Bellati, segretario generale Unioncamere Veneto.

All'incontro operativo, che ha avuto come protagonisti imprese ed enti locali del territorio, il vicepresidente, sollecitato dalle domande dei presenti, ha toccato vari argomenti, fra i quali il COSME (Programme for the Competitiveness of enterprises and SME's 2014-2020) e Horizon2020 come finanziamenti per le PMI e supporto all'innovazione tecnologica; marchi e brevetti; edilizia; contratti di rete/reti d'impresa; Made In; ritardi dei pagamenti; ruolo e funzioni delle rappresentanze regionali di Camere di Commercio e Regione Veneto a Bruxelles. ''Il Veneto e la sua gente devono essere incoraggiati e sostenuti, la politica deve fare la sua parte. Penso alla riduzione della burocrazia, al ritardo dei pagamenti, al lavoro che stiamo svolgendo sulla tutela del marchio e qualita' dei prodotti.

Guardare al Veneto significa guardare al cuore pulsante dell'imprenditoria. Penso alla piccola e media impresa, cosi' forte e importante, che vive pero' momenti di difficolta'.

Bisogna affrontare il tema della difficolta' di accesso al credito, anche attraverso l'iniziativa che siamo riusciti a portare a buon fine di non applicare le nuove regole di Basilea3 per prestiti alle PMI fino a un milione e mezzo di euro. Un intervento concreto per tutelare l'economia reale'', ha affermato ancora Tajani. ''La PMI veneta si distingue per alta qualita', un fiore all'occhiello e un eccellente biglietto da visita anche per attirare turisti - ha proseguito Tajani nel suo intervento -.

Su questo fronte ho firmato un accordo per fare in modo che il Veneto sia la prima regione in Italia ad applicare il piano d'azione della Commissione Europea sul turismo.

Dobbiamo guardare anche ai turisti che provengono da fuori Unione Europea. Sfruttando ad esempio il traino dell'industria orafa, capace di attirare russi e cinesi, attraverso l'acquisto di prodotti di alta qualita' si possono portare a visitare le bellezze artistico-architettoniche e l'incredibile patrimonio storico che possiede questa regione.

Regione che ha avuto nell'intelligenza, fantasia e forza della sua gente il proprio punto di forza''.

red-fdm/res/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari