sabato 21 gennaio | 21:23
pubblicato il 28/ott/2013 13:51

Vaticano: Standard Ethics eleva rating, passi rilevanti su trasparenza

Vaticano: Standard Ethics eleva rating, passi rilevanti su trasparenza

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 28 ott - Standard Ethics, agenzia di rating indipendente, ha reso noto di aver elevato lo Standard Ethics Rating (SER) attribuito allo Stato della Citta' del Vaticano a 'EE' dal precedente 'EE-' (che dal 12 luglio scorso aveva un 'outlook positivo'). ''Nel corso di questi mesi, Standard Ethics - riferisce un comunicato dell'agenzia - ha rilevato un ridimensionamento della distanza tra lo Stato della Citta' del Vaticano e le richieste internazionali in fatto di trasparenza e di rendicontazione delle proprie finanze e delle proprie istituzioni finanziarie, ed una fattiva collaborazione per la 'crescita della Comunita' internazionale'''.

''In particolare - prosegue il comunicato - appaiono rilevanti i passi effettuati contro il rischio di riciclaggio, illecito finanziario e finanziamento del terrorismo, soprattutto grazie al graduale adeguamento alle indicazioni del Financial Action Task Force - Groupe d'action financie're (FATF - GAFI) ed alle raccomandazioni della Divisione Moneyval del Consiglio d'Europa (processo necessario per accedere alla c.d. 'white list' dell'Ocse)''.

''Il passo di governance piu' significativo dello Stato della Citta' del Vaticano - afferma l'agenzia - e' individuato nella recente Legge N. XVIII dell'8 ottobre 2013 approvata dalla Pontificia Commissione per lo Stato della Citta' del Vaticano, avente per oggetto un organico e 'stabile' intervento legislativo in materia di trasparenza, vigilanza ed informazione finanziaria. Si tratta di un provvedimento che porta a conclusione un percorso avviato alcuni anni fa con la costituzione dell'Autorita' d'Informazione Finanziaria (AIF)''.

Il miglioramento del rating porta il Vaticano a uscire dal gruppo di Paesi in cui figurano, tra gli altri, anche Brasile e Polonia, e ad entrare nel gruppo in cui sono presenti anche Giappone e Italia.

dab/gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4