lunedì 05 dicembre | 16:02
pubblicato il 30/gen/2013 14:43

Usa: Pil 4* trim 2012 -0,1%, sotto attese. Prima contrazione da 2009

Usa: Pil 4* trim 2012 -0,1%, sotto attese. Prima contrazione da 2009

(ASCA) - Roma,30 gen - Nel 4* trimestre il Pil Usa ha registrato una contrazione pari a -0,1% rispetto al corrispondente trimestre dello scorso. Il dato e' preliminare e rappresenta la prima contrazione del Pil Usa dal settembre 2009. Un numero inferiore alle previsioni degli economisti che si attendevano una crescita dell'1%. Per l'intero 2012, il Pil Usa e' aumentato del 2,2% (+1,8% nel 2011). Sui numeri negativi del 4* trimestre ha pesato il taglio (-15%) della spesa del settore della difesa.

L'andamento delle componenti del Pil Usa vede le vendite reali salire dell'1,1%, tra cui quelle per consumo +2,2%.

Balzo della spesa per gli investimenti fissi non immobiliari saliti dell'8,4%, quelli immobiliari residenziali sono saliti del 15,3%. Contributo positivo dall'aumento delle scorte, negativo dalle esportazioni nette. Segnali positivi dall'andamento dei redditi personali aumentati saliti del 6,8% e del tasso di risparmio al 4,7%.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari