sabato 03 dicembre | 04:03
pubblicato il 10/ott/2013 20:22

Usa: offerta dei repubblicani, innalzare tetto debito per 6 settimane

Usa: offerta dei repubblicani, innalzare tetto debito per 6 settimane

(ASCA) - Roma, 10 ott - Sembra sbloccarsi l'impasse economica che da settimane paralizza l'amministrazione pubblica americana. I repubblicani hanno formalizzato al presidente Barack Obama una proposta che prevede di innalzare il tetto del debito Usa in modo temporaneo, per sei settimane, ed evitare cosi' il possibile default del 17 ottobre che rischierebbe di trascinare il Paese in una crisi finanziaria dall'impatto piu' imprevedibile di quella scoccata con la bancarotta di Lehman Brothers, nel 2008.

Un piano che la Casa Bianca ha definito ''un segnale incoraggiante. Il presidente - ha spiegato il portavoce Jay Carney nel suo consueto briefing con la stampa - e' felice che una maggiore sensatezza stia prevalendo alla Camera''. Ma ''aspettiamo di vedere il testo. Non sappiamo ancora se l'offerta del Gop contiene delle condizioni'' e l'amministrazione democratica ''non paghera' alcun riscatto''.

Secondo alcune fonti della maggioranza repubblicana alla Camera, l'offerta nasconderebbe comunque un autentico diktat: nel testo sarebbe infatti previsto il divieto per il ministero del Tesoro di adottare ''misure straordinarie'' per innalzare nuovamente il limite, vincolando cosi' l'amministrazione Obama a trattare sempre con l'Elefantino qualsiasi modifica del tetto del debito.

Se l'intesa avanzata dall'ala conservatrice dovesse pero' andare in porto, gli Stati Uniti faranno fronte ai suoi debiti per altre sei settimane e a quel punto gli occhi inizieranno ad essere puntati sul 22 novembre.

Intanto, la sola proposta dei repubblicani non risolve la questione della legge di bilancio e non mette fine allo ''shutdown'' cominciato lo scorso 1 ottobre, che in inglese significa ''chiusura'', di molte strutture pubbliche federali: dai parchi ai musei, mentre i servizi essenziali come la difesa e la sicurezza - ha garantito nei giorni scorsi Obama - verranno garantiti.

Il debito in circolazione degli Stati Uniti oggi ammonta a 12mila miliardi di dollari. La Fed e' il maggior creditore singolo, con in tasca 2.270 miliardi, la Cina il maggior creditore estero, con 1.128 miliardi di dollari. Senza un suo innalzamento del tetto Washington non potra' emettere nuovo debito per finanziare le proprie attivita' e onorare i propri impegni con i creditori. rba/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari