mercoledì 18 gennaio | 13:19
pubblicato il 06/mag/2013 18:41

Usa: casino' tornano a livelli record del 2007. Nel 2012 profitti +4,8%

(ASCA) - Roma, 6 mag - Il mercato statunitense dei casino' torna ai livelli del 2007, dopo aver subito pesantemente gli effetti della crisi. I 464 casino' commerciali - ovvero quelli non gestiti da nativi americani - e i 49 racinos, gli ippodromi che ospitano case da gioco, nel 2012 hanno generato profitti lordi per 37,34 miliardi di dollari (in crescita del 4,8% sul 2011), la miglior performance mai registrata dopo quella del 2007 (37,52 miliardi di dollari).

L'anno maggiormente colpito dalla crisi - ricorda Agimeg - era stato il 2009, con profitti per 34,28 miliardi. Bene nel 2012 anche il gettito erariale: i 23 stati in cui il gioco e' legalizzato hanno incassato complessivamente 8,6 miliardi, l'8,5% in piu'. Le case da gioco inoltre nel 2012 hanno dato lavoro a 332mila persone (+0,9%) che hanno percepito 13,2 miliardi tra stipendi, benefit e mance (+2,3%). Il Nevada si conferma lo stato che sfrutta maggiormente l'industria del gioco: il mercato infatti nel 2012 ha raggiunto profitti lordi per 10,86 miliardi, in crescita dell'1,5%. Al secondo posto la Pennsylvania (3,16 mld, +4,6%) che ha scavalcato il New Jersey (3,05 mld, -8%, e' lo stato che perde maggiormente). In termini di crescita, il Kansas ha guadagnato il 603,7% (341 milioni), il Maryland il 142% (378 milioni circa), ma si tratta di stati in cui il gioco e' stato legalizzato da poco, oppure in cui sono state aperte nuove case da gioco. In forte espansione - grazie in particolare all'apertura del Resorts World nel Queens che da solo ha assicurato profitti per 672,5 milioni - anche lo stato di New York che ha raggiunto profitti per 1,8 miliardi (+43,1%) e un gettito di 822 milioni (+38,6%). Sotto il profilo delle entrate erariali, e' la Pennsylvania lo stato che ha tratto i maggiori ricavi, quasi 1,5 miliardi, il 2,1% in piu' del 2011. Segue il Nevada con 868,6 milioni (+0,4%), quindi New York (22 milioni, +38,6%). In Kansas (92 milioni, +604%) e in Maryland (218 milioni, +143%), il gettito erariale ha seguito l'andamento delle giocate. Las Vegas si e' confermata la mecca del gioco a stelle e strisce con profitti lordi per 6,2 miliardi (+1,8%), seguita da Atlantic City (3,05 miliardi, in calo pero' del 7,8%) e Chicago (2,24 miliardi, in crescita del 16%). red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Ricerca, piccole balene cibo preferito da squalo estinto Megalodon
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa