mercoledì 22 febbraio | 06:07
pubblicato il 21/ago/2013 20:34

Usa: alcuni membri Fed giudicano vicino rallentamento stimoli (3 upd)

(ASCA) - Roma, 21 ago - ''Alcuni'' memebri della Federal reserve giudicano che sia giunto il momento di rallentare il programma di stimoli all'economia americana. Lo si legge nei verbali dell'ultima riunione dell'Fmoc.

''Alcuni'' membri del Federal Open Market Committee, si legge nei verbali, ''suggeriscono che potrebbe presto giungere il momento di rallentare un po' il ritmo'' di acquisto di titooli di stato, strumento attraberso il quale la Fed immette denaro nell'economia Usa.

Altri invece ''hanno sottolineato l'importanza di essere pazienti'' prima di decidere di ridurre il programma da 85 miliardi di dollari al mese di stimoli all'economia.

Tuttavia, i membri dell'Fmoc, concordano sul fatto che il programma di stimoli dovra' essere limato entro la fine dell'anno, per poi cessare compeltamente entro la meta' del 2014, a consizione pero' che l'economia statunitense prosegua a migliorare.

''Se le condizioni dell'economia proseguiranno a migliorare in maniera consistente - si legge nei verbali - il Comitato (Fmoc ndr.) ridurra' il ritmo degli stimoli a passi moderati e concludera' il programma intorno alla meta' del 2014. Nello stesse momento, se l'economia evolvera' lungo le linee attese, la rirpesa avra' guadagnato ulteriore slancio, con il tasso di disoccupazione che dovrebbe attestarsi intorno al 7% e l'inflazione che dovrebbe aggirarsi interno all'obiettivo dell'Fmoc del 2%''.

Comunque, mentre tutti i membri del Federal open market committee discutono su quanto sia forte la ripresa del mercato del lavoro, quanto alzare i tassi d'interesse e se i tagli della spesa governativa possano incidere sulla crescita, proseguono i verbali, ''quasi tutti i membri del Comitato hanno convenuto che un cambiamento del programma di stimoli non sia adeguato'' al momento della riunione dell'Fmoc, ovvero il 30-31 luglio scorsi.

sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia