giovedì 19 gennaio | 22:22
pubblicato il 29/nov/2013 14:57

Unioncamere: per imprese primi segnali inversione di tendenza (1 upd)

(ASCA) - Roma, 29 nov - Una luce in fondo al tunnel. E' quella che probabilmente intravvede la manifattura italiana, le cui imprese - mentre prevedono un ulteriore consolidamento dei risultati gia' positivi delle vendite all'estero per il trimestre finale dell'anno - cominciano a percepire qualche cambiamento anche sul fronte degli ordinativi per il mercato interno. Rimangono comunque profonde le differenze tra le imprese di piccola taglia, in particolare artigiane, e quelle piu' grandi: per le prime i segnali di inversione di tendenza sono decisamente meno netti. Le difficolta' ancora non sono passate anche per le imprese commerciali e, tra i servizi, per quelle turistiche. Sono questi i principali risultati dell'indagine congiunturale sulle imprese del manifatturiero, del commercio e dei servizi realizzata dal Centro studi di Unioncamere con riferimento agli andamenti del III trimestre e alle previsioni per il IV trimestre del 2013. ''Cominciamo a cogliere nelle nostre imprese le prime avvisaglie di una inversione di tendenza'' commenta il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello. ''Nel terzo trimestre, la manifattura del Nord Ovest ha finalmente messo a segno piccoli incrementi sul fronte della produzione, le esportazioni hanno continuato a salire e, per la fine dell'anno, l'industria alimentare prevede una risalita anche degli ordinativi nazionali mentre le vendite commerciali dell'area nord-occidentale sono attese in positivo. Se i provvedimenti ora in discussione riusciranno a infondere un po' di fiducia nelle famiglie, puo' anche succedere che questo Natale, sebbene sicuramente ancora oculato, non sia all'insegna dell'austerity come il precedente''.

Tornando al rapporto, su scala territoriale, l'outlook per gli ordinativi interni e' positivo solo per la imprese manifatturiere del Centro. La domanda estera sostiene, invece, le attese nell'insieme dei settori e dei territori, ma in particolare quelle delle industrie alimentari, del legno-arredo e della meccanica; mentre sotto il profilo geografico sono soprattutto le regioni del Nord-Est a esprimere previsioni piu' ottimistiche sugli ordinativi esteri.

Per quanto riguarda il settore dei servizi, le dichiarazioni delle imprese sugli andamenti a breve non presentano differenze di rilievo tra commercio al dettaglio e altri servizi. In entrambi i casi, la maggior parte delle dichiarazioni si concentra sulla riduzione delle attivita', piu' chiara per il commercio (-1,3 punti il saldo), dove la netta prevalenza di attese di aumento delle vendite per la Gdo (41% dei casi) non riesce a bilanciare le aspettative piu' pessimistiche dei segmenti ''mono-prodotto''; quasi vicini al pareggio, invece, gli altri servizi (-0,2 punti).

In quest'ultimo caso, sono i servizi alle persone a riportare il saldo migliore (+24), ma anche gli altri servizi alle imprese e alle persone, l'Ict e i servizi avanzati mostrano una prevalenza di dichiarazioni di crescita del volume di affari rispetto al trimestre precedente. Segnali ancora negativi dal settore turismo-ristorazione (-34,7 punti il saldo), ma, rispetto al saldo emerso nel IV trimestre 2012, si apprezza comunque un'attenuazione del pessimismo. Sotto il profilo territoriale, le vendite del commercio sono previste in aumento solo nel Nord-Ovest (+15,5 punti il saldo), che e' anche l'unica ripartizione a evidenziare aspettative ottimistiche per gli altri servizi (+6). All'opposto, il Sud e Isole e' l'area in cui gli operatori commerciali vedono piu' nero per gli affari nell'ultima parte dell'anno, mentre il Centro e' caratterizzato dalle previsioni peggiori per l'insieme degli altri servizi. did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Terremoti
Terremoto, Juncker: Ue pronta a mobilitare tutti i suoi strumenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale