venerdì 20 gennaio | 01:27
pubblicato il 29/mag/2013 11:16

Unioncamere: per il 2* trim in calo previsioni occupazione

Unioncamere: per il 2* trim in calo previsioni occupazione

(ASCA) - Roma, 29 mag - Oltre 232mila entrate e piu' di 196mila uscite di lavoratori con contratto ''subordinato'' e ''autonomo''. Ma il saldo positivo non altera il quadro di una crisi occupazionale che si protrae anche nel II trimestre 2013. A determinarlo, infatti, sara' soprattutto l'aumento, fortemente legato all'approssimarsi dei mesi estivi, delle assunzioni stagionali necessarie alle attivita' commerciali e turistiche. Se confrontate con lo stesso periodo dello scorso anno, le previsioni di assunzione delle imprese dell'industria e dei servizi per il periodo aprile-giugno, elaborate dal Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Ministero del Lavoro, mostrano solo variazioni negative: complessivamente si tratta di 55mila entrate in meno (dalle 287mila del II trimestre 2012 alle poco piu' di 232mila del II trimestre di quest'anno), di cui 36mila di lavoratori dipendenti (anche stagionali) e 18.900 di contratti atipici e interinali. E con oltre 196.200 contratti cessati nel trimestre (contro i quasi 189mila registrati tra aprile e giugno dello scorso anno), la differenza tra nuovi contratti e uscite di personale risulta positiva (+36mila) ma ben piu' contenuta rispetto al II trimestre 2012 (+98.200). Unica nota (parzialmente) positiva del quadro che emerge dalla previsioni delle imprese e' che, soprattutto per l'incremento delle assunzioni a carattere stagionale, la quota di entrate di lavoratori subordinati per le quali le imprese appaiono disponibili ad assumere giovani con meno di 30 anni risulta in salita dal 28 al 30% tra il I e il II trimestre dell'anno sebbene cio' avverra' in prevalenza per la maggior richiesta proveniente dalle imprese del settore turistico e della ristorazione. ''L'approssimarsi della stagione estiva riporta in positivo il saldo tra entrate e uscite di lavoratori previste dalle imprese'', commenta il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello. ''Purtroppo, pero', questo andamento ancora non consente di tirare un respiro di sollievo.

Diventano sempre piu' necessarie misure di sostegno sul fronte occupazionale, in particolar modo dirette ad aprire prospettive ai giovani''.

red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Bce
Bce conferma a zero principale tasso di interesse dell'area euro
Inps
Inps: a dicembre autorizzate 37,8 mln ore Cig, su anno -11%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale