venerdì 09 dicembre | 11:35
pubblicato il 11/mag/2013 16:10

Unicredit: Vita, aumento soci esteri vuol dire fiducia verso Italia

(ASCA) - Roma, 11 mag - ''Se aumenta la componente estera in Unicredit e' una iniezione di fiducia: vuol dire che gli stranieri hanno piu' fiducia nel nostro paese di quanto non hanno gli italiani''. Il presidente di Unicredit Giuseppe Vita in una breve pausa nel corso dell'assemblea annuale che si svolge nella sede di Viale Tupini, si esprime cosi' alla domanda dei giornalisti che gli fanno notare l'incremento delle quote di alcuni soci esteri. ''E' ovvio che ci fa molto piacere avere azionisti italiani, perche' siamo italiani'', ha sottolineato ancora.

''Se non ci danno fiducia gli italiani e' difficile presentarsi in giro per il mondo'', ha detto ancora.

Per quanto riguarda invece i risultati di esercizio 2012, Vita spiega che ''se in un momento difficile come il 2012 siamo riusciti a raggiungere questi risultati (utile netto a quasi 900 milioni, ndr) nel 2013 il gruppo dovrebbe andare ancora meglio''. Sono ''abbastanza ottimista'', ha detto infine Vita.

ram/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Cortina Wine Club, il 29 dicembre nel cuore delle Dolomiti
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina