mercoledì 22 febbraio | 12:23
pubblicato il 10/mar/2011 12:45

Unicredit/ Rampl:Su congelamento quote Libia aspettiamo norme Ue

Seguiremo esattamente ciò che verrà deciso

Unicredit/ Rampl:Su congelamento quote Libia aspettiamo norme Ue

Milano, 10 mar. (askanews) - Unicredit attende di conoscere le decisioni della Ue e poi dell'Italia riguardo al congelamento delle quote azionarie in mano alla Libia. Decisioni alle quali poi si atterrà scrupolosamente. Lo ha detto oggi il presidente dell'istituto, Dieter Rampl, al termine del comitato nomine di Mediobanca. "Seguiremo la legge. L'Ue deve fare un passaggio, l'Italia deve poi farne un altro. Si sta decidendo e noi seguiremo esattamente ciò che verrà deciso. Dobbiamo aspettare e vedere", ha dichiarato Rampl. Nel capitale di Unicredit la presenza della Libia è pari al 7,5% circa, di cui circa il 5% in capo alla banca centrale libica e oltre il 2,5% alla Lia.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%