giovedì 08 dicembre | 23:39
pubblicato il 09/lug/2014 20:28

Unicredit: Ghizzoni su caso Iran, non avvertiamo escalation da Usa (RPT)

(RIPETIZIONE CORRETTA).

(ASCA) - Torino, 9 lug 2014 - Unicredit non dovrebbe rischiare nessuna sanzione sul caso Iran da parte degli Usa con cui e' in costante contatto diretto. E' quanto sostiene l'ad del gruppo Federico Ghizzoni, oggi a Torino per la presentazione della nuova strategia commerciale della banca, a proposito delle operazioni finanziarie condotte nelle aree da tempo iscritte nella lista nera di Washington dopo la notizia di possibili sanzioni per Commerzbank, accusata di aver trasferito denaro a Teheran.

''Sull'Iran abbiamo scelto di fare continue verifiche interne su tutte le banche del gruppo - ha detto Ghizzoni - se qualcosa viene percepito o trovato che puo' dare adito a dubbi abbiamo sempre informato le autorita' americane.

Abbiamo un rapporto diretto e non avvertiamo escalation di nessun genere''.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Bce
Draghi prolunga gli stimoli di 9 mesi e rassicura sull'Italia
Bce
Bce inchioda i tassi a zero e proroga il Qe a tutto il 2017
Bce
Draghi: non vediamo euro a rischio da incertezza politica Italia
Ambiente
Italia rischia sanzioni Ue per mancato trattamento acque reflue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni