sabato 03 dicembre | 14:57
pubblicato il 05/ago/2014 18:57

UniCredit, Ghizzoni: dalla Russia no rischio sistemico per gruppo

L'Ad: la situazione e' sotto controllo (ASCA) - Milano, 5 ago 2014 - "La Russia e' sicuramente per noi un Paese importante e strategico e sta andando bene, con una crescita di quasi il 20% nel secondo trimestre sul trimestre precedente e va bene anche la profittabilita'. E' un banca solida". Lo ha sottolineato l'Ad di UniCredit, Federico Ghizzoni, a proposito della controllata in Russia. "E' una situazione che non sottovalutiamo perche' eventuali sanzioni alla Russia possono avere un impatto sul Pil del paese, ma non e' certamente una situazione che valutiamo di rischio sistemico per il gruppo. Poi, la banca russa e' datrice netta di liquidita' al gruppo, quindi non e' che noi la finanziamo. La situazione oggi e' sotto controllo", ha aggiunto Ghizzoni nella conferenza stampa tenuta dopo il Cda sui conti del primo semestre 2014.

Bos

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari