venerdì 24 febbraio | 12:31
pubblicato il 15/mar/2013 18:53

Unicredit: Ghizzoni, aumento accantonamenti e' stata scelta manageriale

+++Risultati piano posticipati fino a stabilizzazione mercati+++.

(ASCA) - Milano, 15 mar - L'aumento degli accantonamenti operato da Unicredit ''e' stato una nostra scelta manageriale servita ad aumentare il bilancio e la qualita' dei numeri''.

Lo ha evidenziato Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit, durante la presentazione alla stampa del bilancio 2012. Il top manager ha chiarito che non e' stata una decisione imposta da Bankitalia. Anche perche' ''Unicredit e Intesa Sanpaolo sono gli unici istituti di credito a non aver avuto un'ispezione fisica da funzionari di Bankitalia''.

Il risultato, ha detto ancora Ghizzoni, e' che allo stato attuale ''sia gli accantonamenti sia i collaterali sono adeguati'' e percio' su questo fronte ''ci sentiamo tranquilli per il futuro''.

Da Ghizzoni anche un'altra precisazione: ''I risultati finali del piano industriale sono posticipati, non cancellati''. Questo perche' ''il piano si puo' rivedere solo al momento in cui i mercati si stabilizzeranno. Decideremo piu' tardi quando''.

fcz/mau/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech