venerdì 20 gennaio | 15:26
pubblicato il 08/mar/2013 19:16

Unicredit: Fabi, no a esternalizzazioni previste da Programma Newton

(ASCA) - Roma, 8 mar - ''Abbiamo ribadito con forza a Unicredit tutta la nostra contrarieta' alle esternalizzazioni previste dal Programma Newton, a cominciare da quella dell'Invoice management che coinvolge 112 lavoratori e che diventera' operativa da primo aprile''. Cosi' Mauro Morelli, Segretario nazionale Fabi, ha commentato l'apertura della procedura per gestire la cessione a Accenture del ramo d'azienda Invoice management di Ubis, il Consorzio informatico del Gruppo Unicredit, che si e' aperta oggi a Milano.

''L'assenza di una reale prospettiva economica ha ancor piu' aumentato tutte le perplessita' sulla possibilita' di arrivare a un accordo negoziato - aggiunge Morelli -.

Segnaliamo infatti che la precedente esternalizzazione dello Shared Service Center a HP non ha prodotto quell'incremento di clienti e attivita' inizialmente prospettato dall'azienda, motivo per il quale ad oggi siamo intenzionati a rivisitare l'accordo di cessione a suo tempo siglato con il Gruppo''.

La cessione, che diventera' operativa dal primo aprile, rientra nel piu' ampio Programma Newton, la maxi esternalizzazione dei servizi informatici e di back office del Gruppo Unicredit, che coinvolgera' 2000 lavoratori in tutta Europa di cui circa 800 in Italia.

''Non possiamo tollerare - prosegue Morelli - di vedere trasferito sui lavoratori il rischio d'impresa con operazioni che presentano prospettive industriali solo ipotetiche e senza che ci siano stati presentati piani di sviluppo credibili''. ''Come Fabi - conclude Morelli - abbiamo dichiarato la disponibilita' ad accettare eventuali sacrifici dei lavoratori, ma solo in un'ottica solidaristica e di equita'.

Mai potremo accettare di vedere spacchettati e ceduti i nostri colleghi''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"