sabato 10 dicembre | 12:26
pubblicato il 11/mar/2014 15:24

Unicredit: da quote Bankitalia plusvalenza netta di 1,2 mld (upd 1)

(ASCA) - Roma, 11 mar 2014 - Dalla rivalutazione delle quote del capitale di Bankitalia, Unicredit che ne detiene il 22,1% ha beneficiato nell'esercizio 2013 di una plusvalenza netta di 1,2 miliardi e un miglioramento del coefficiente patrimoniale Common Equity Tier 1 (CET1) di 35 punti base portandolo al 9,4% (10,4% phased-in). Le imposte sono state di 200 milioni. Se, in virtu' degli approfondimenti in corso sulla rappresentazione contabile della rivalutazione delle quote, le stesse dovessero essere imputate non piu' al conto economico ma al patrimonio netto, allora ''la perdita netta del gruppo sarebbe piu' elevata di 1,2 miliardi per il quarto trimestre e nell'esercizio 2013', mentre il CET1 rimarrebbe invariato al 9,4% ( 10% phased-in)'', spiega la nota di Unicredit red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina