venerdì 20 gennaio | 19:02
pubblicato il 06/mag/2013 16:18

Unicredit: con Camera Commercio Roma per internazionalizzazione (2Upd)

Unicredit: con Camera Commercio Roma per internazionalizzazione (2Upd)

(ASCA) - Roma, 6 mag - Una crescita del pil del 2% nel 2012, disavanzo al 5% del prodotto interno lordo, debito pubblico ad appena il 55,8% e fondi europei gia' accordati per gli anni 2014 - 2020 pari a 106 miliardi di euro. Sono i numeri della Polonia, la piu' importante economia orientale dell'Unione Europea.

Oltre alla presenza ormai stabile dei grandi marchi, la Polonia vanta una nutrita comunita' di piccole e medie imprese italiane.Nel 2012 l'interscambio commerciale con l'Italia e' stato di 4,6 miliardi di euro. Il paese si colloca al secondo posto in Europa (dopo la Germania) per attrattivita' degli investimenti. Complice anche un'imposta sui profitti di impresa tra i piu' bassi d'Europa. Le principali classifiche internazionali collocano la Polonia al 55* posto su 185 paesi per facilita' di fare impresa e al 57* per liberta' economica.

Le 14 zone economiche speciali presenti in Polonia consentono inoltre al paese di offrire condizioni e tassazioni agevolate per imprenditori interessati a operare sul territorio. Queste aree distinte rimarranno aperte fino al 2020 ma il Governo sta lavorando per prolungare il ciclo di vita fino al 2016.

Ogni area ha specializzazioni distinte e alcune, quelle confinanti, hanno il vantaggio di essere un crocevia importante per approdare nei paesi baltici.

Tra gli elementi di debolezza su cui lavorare si ricorda l'alto tasso di disoccupazione e l'arretratezza delle infrastrutture della pubblica amministrazione. A fronte di questi elementi ci si trova davanti a un paese in crescita con 38 milioni di abitanti di classe media pronti a incrementare i consumi. Se si aggiunge l'afflusso massiccio di fondi europei, la scarsa dipendenza da esportazione rispetto ai paesi limitrofi, la stabilita' politica e la posizione geografica privilegiata, si puo' sicuramente affermare che la Polonia rappresentera' uno dei mercati piu' interessanti dei prossimi anni.

Tra i settori chiave e strategici per il mercato italiano vi sono quello alimentare e quello dell'edilizia. La Polonia, dopo aver ammodernato le proprie strutture grazie alla partecipazione come paese ospitante degli europei di calcio, sta proseguendo su questa strada considerata vera leva di sviluppo.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Ue
Antonio Fazio: disoccupazione e povertà grandi mali d'Europa
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4