lunedì 05 dicembre | 01:49
pubblicato il 06/mag/2013 16:18

Unicredit: con Camera Commercio Roma per internazionalizzazione (2Upd)

Unicredit: con Camera Commercio Roma per internazionalizzazione (2Upd)

(ASCA) - Roma, 6 mag - Una crescita del pil del 2% nel 2012, disavanzo al 5% del prodotto interno lordo, debito pubblico ad appena il 55,8% e fondi europei gia' accordati per gli anni 2014 - 2020 pari a 106 miliardi di euro. Sono i numeri della Polonia, la piu' importante economia orientale dell'Unione Europea.

Oltre alla presenza ormai stabile dei grandi marchi, la Polonia vanta una nutrita comunita' di piccole e medie imprese italiane.Nel 2012 l'interscambio commerciale con l'Italia e' stato di 4,6 miliardi di euro. Il paese si colloca al secondo posto in Europa (dopo la Germania) per attrattivita' degli investimenti. Complice anche un'imposta sui profitti di impresa tra i piu' bassi d'Europa. Le principali classifiche internazionali collocano la Polonia al 55* posto su 185 paesi per facilita' di fare impresa e al 57* per liberta' economica.

Le 14 zone economiche speciali presenti in Polonia consentono inoltre al paese di offrire condizioni e tassazioni agevolate per imprenditori interessati a operare sul territorio. Queste aree distinte rimarranno aperte fino al 2020 ma il Governo sta lavorando per prolungare il ciclo di vita fino al 2016.

Ogni area ha specializzazioni distinte e alcune, quelle confinanti, hanno il vantaggio di essere un crocevia importante per approdare nei paesi baltici.

Tra gli elementi di debolezza su cui lavorare si ricorda l'alto tasso di disoccupazione e l'arretratezza delle infrastrutture della pubblica amministrazione. A fronte di questi elementi ci si trova davanti a un paese in crescita con 38 milioni di abitanti di classe media pronti a incrementare i consumi. Se si aggiunge l'afflusso massiccio di fondi europei, la scarsa dipendenza da esportazione rispetto ai paesi limitrofi, la stabilita' politica e la posizione geografica privilegiata, si puo' sicuramente affermare che la Polonia rappresentera' uno dei mercati piu' interessanti dei prossimi anni.

Tra i settori chiave e strategici per il mercato italiano vi sono quello alimentare e quello dell'edilizia. La Polonia, dopo aver ammodernato le proprie strutture grazie alla partecipazione come paese ospitante degli europei di calcio, sta proseguendo su questa strada considerata vera leva di sviluppo.

com-ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari