martedì 21 febbraio | 04:40
pubblicato il 05/ago/2014 14:02

UniCredit, accordo definitivo cessione 81,4% Dab a Bnp Paribas

Il gruppo francese lancera' poi un'Opa sulle minorities (ASCA) - Milano, 5 ago 2014 - A seguito dell'accordo raggiunto lo scorso 31 luglio 2014 e della successiva approvazione da parte del consiglio di sorveglianza di UniCredit Bank AG, UniCredit Bank Ag e Bnp Paribas Sa hanno dato esecuzione agli accordi sulla vendita della quota di maggioranza del 81.4% in Dab Bank Ag. Lo si e' appreso da un comunicato.

Il perfezionamento dell'operazione e'soggetto all'approvazione delle autorita' competenti. I termini e le condizioni dell'operazione, cosi' come gli impatti positivi su UniCredit Spa e UniCredit Bank Ag, rimangono invariati rispetto a quanto annunciato il 31 luglio 2014.

Bnp Paribas ha comunicato che intende lanciare attraverso una sua controllata tedesca un'offerta pubblica di acquisto rivolta a tutti gli azionisti di Dab Bank Ag diversi da UniCredit Bank Ag ad un prezzo di 4,78 euro per azione che e' pari al prezzo concordato tra UniCredit Bank Ag e Bnp Paribas.

Red-Bos

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia