domenica 26 febbraio | 13:33
pubblicato il 15/mag/2013 12:09

Unicredit: 500 nuove assunzioni per lanciare segnale di fiducia al Paese

(ASCA) - Milano, 15 mag - Unicredit si muove in controtedenza e, mentre il tasso di disoccupazione in Italia vola all'11,5%, lancia un piano di nuove assunzioni. E, considerato che a preoccupare di piu' e' la disoccupazione giovanile (salita alla cifra record del 38,4%), i nuovi arrivi rigurderanno esclusivamente neo-laureati. Cosi' nei prossimi 18 mesi entreranno a lavorare in Unicredit piu' di 500 giovani, tutti intorno ai 25 anni di eta': piu' o meno un centinaio di loro saranno assunti con contratto a tempo indeterminato, circa 400 con un contratto di apprendistato di durata quadriennale, mentre piu' una ventina di cosiddetti laureati 'ad alto potenziale' saranno destinasti a ricoprire incarichi manageriali. Tutte persone che, come ha assicurato l'amministratore delegato Federico Ghizzoni, saranno assunte sulla base di ''criteri rigorosi e trasparenti di meritocrazia''. Il top manager ha anche chiarito qual e' lo spirito alla base dell'iniziativa: ''Non abbiamo nessuna necessita' numerica di assumere. Anzi, a guardare i numeri, non ne abbiamo bisogno. Ma lo facciamo volentiri perche' vogliamo lanciare un segnale di fiducia al Paese''. fcz/sam/bra

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech