martedì 06 dicembre | 09:58
pubblicato il 05/nov/2014 18:28

Una banca con le radici nel futuro: Unicredit festeggia 15 anni

Ghizzoni: "Abbiamo tutte le risorse per affrontare nuove sfide"

Una banca con le radici nel futuro: Unicredit festeggia 15 anni

Milano, (askanews) - Una banca con le radici nel futuro. E' lo slogan scelto da Unicredit per le celebrazioni dei 15 anni dalla nascita del gruppo bancario così come lo conosciamo oggi. Un percorso iniziato con l'inaugurazione della nuova sede di piazza Gae Aulenti, proseguito con i concerti del progetto MusicStreets e l'inziativa Tower Parade, e culminate con la bella mostra Radici nel futuro che raccoglie oltre cinquanta cimeli del passato della banca e un incontro con un parterre d'eccezione, fra cui gli ex ministri del Tesoro e delle Finanze Piero Barucci e Fabrizio Saccomanni, il ministro per le Riforme Costituzionali Maria Elena Boschi, oltre al management il presidente Giuseppe Vita e l'Ad Federico Ghizzoni. La mostra Radici nel futuro sarà aperta al pubblico in occasione del prossimo Open Day di Unicredit Tower e permetterà di osservare antichi documenti, assegni e libretti di risparmio ma anche calcolatori elettronici antenati dei moderni computer, utensili provenienti dalle scrivanie dei primi cassieri esposti accanto a tecnologie d'avanguardia in un ideale dialogo fra passato e futuro di una banca sempre al passo con i tempi. L'Ad Federico Ghizzoni.

"Un convegno che celebra 15 anni difficili di successi ma anche di profonda ristrutturazione che rispecchiano un pò l'andamento dell'economia in questi ultimi tempi. Ma soprattutto un convegno per il futuro, la banca è pronta per accettare le sfide prossime che sono diverse: la globalizzazione, le tecnologie, sfide regolamentari, comportamenti dei clienti che cambiano. Siamo determinati a vincerle, abbiamo capitale sia finanziario, sia intellettuale per farvi fronte, guardiamo con una certa positività all'immediato futuro".

L'incontro è stata l'occasione per ripercorrere l'evoluzione di un gruppo giovane, ma dalle radici profonde, di cui fa parte la più antica società per azioni bancaria esistente in Italia dal 1870 l'allora Banca di Genova, e che nel tempo ha aggregato enti ancora più longevi fra cui Rolo Banca, fondata 541 anni fa e la tedesca Bayerisch Hypotheken-und Wechsel-Bank, costituita 179 anni fa e poi confluita nel gruppo Hvb. Era infatti il 1999 quando con l'ingresso di Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e Cassa di Risparmio di Trieste in Unicredito Italiano si completava un percorso di aggregazione tra banche locali e prendeva i via, con l'acquisizione della polacca Bank Pekao, un percorso di crescita geografica e diversificazione del business che fa oggi di Unicredit un istituto di riferimento per l'Italia e l'Europa.

Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Riforme
Referendum, i mercati puntano su nuovo governo in tempi rapidi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari