sabato 25 febbraio | 05:30
pubblicato il 14/gen/2016 16:44

Un futuro previdenziale anche per gli esperti contabili

Ammessi in Cassa ragionieri. Pagliuca: "Così stabilità a 50 anni"

Un futuro previdenziale anche per gli esperti contabili

Roma, (askanews) - Con l'approvazione della legge di Stabilità, gli esperti contabili saranno ammessi di diritto nella Cassa di previdenza dei ragionieri. Si potrà così assicurare una copertura e un futuro previdenziale a molti professionisti che fino ad ora ne erano sprovvisti, a beneficio, anche, della cassa stessa che avrà maggior stabilità.

E' stato questa il tema del forum "Il futuro previdenziale degli esperti contabili" organizzato a Roma all'Hotel Nazionale dalla Cassa dei Ragionieri, a cui sono intervenuti, oltre ai professionisti del settore, diversi esponenti politici. L'auspicio è che quella dei ragionieri sia d'esempio anche ad altre casse.

Il sottosegretario al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Massimo Cassano:

"Abbiamo risolto questo problema, degli esperti contabili, però ci sono una serie di problematiche che vanno risolte, compresa la tassazione. Abbiamo iniziato da questo oggi, ritengo sia utile e importante guardare tutte le casse perché credo vada fatta una riforma complessiva della previdenza privata".

L'ingresso degli esperti contabili è un risultato importante per la cassa di previdenza dei ragionieri, spiega il presidente Luigi Pagliuca:

"Ci permette di raggiungere una stabilità a 50 anni. Noi già prima di questo riconoscimento rispettavamo tutti gli obblighi di legge, avevamo una stabilità che andava oltre i 30 anni, che però da lì a poco, mi sembra al 47esimo anno, avrebbe esaurito il patrimonio, ora abbiamo praticamente una stabilità che tende all'infinito, perché i nuovi professionisti riusciranno a dare il giusto ricambio all'interno della nostra struttura".

Un primo passo, visto che si parla anche di una professione in crescita, ma per Pagliuca ora è necessario intervenire sulla tassazione.

"Sicuramente la doppia tassazione, perché siamo uno dei pochi casi in Europa che permette di pagare le tasse sia al momento in cui viene erogata la pensione sia durante lo sviluppo della pensione stessa, tassare i rendimenti finanziari vuol dire di fatto ridurre le pensioni".

Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech